Una partita combattuta sin dal primo minuto in cui la Lazio non avrebbe meritato la sconfitta. Ma il Napoli, che attraversa un momento d’oro, è stato micidiale e cinico. Un primo tempo in cui i romani hanno spinto fino allo spasimo delle forze, mettendo alle corde il Napoli che però ha saputo gestire con ordine e calma le fasi di contenimento. Nella seconda frazione i campani, approfittando del calo fisico laziale, sono cresciuti fino a mettere in seria difficoltà la difesa di Delio Rossi (Fotogallery).

Il forcing laziale regala il primo acuto con Mauri che sfiora il goal del vantaggio, alla mezz’ora circa: provvidenziale la deviazione di Iezzo dopo il tiro ravvicinatissimo del centrocampista. In precedenza un paio di tiri da fuori dei capitolini senza risultati. Proprio allo scadere del tempo il Napoli si fa finalmente vedere dalla parti di Carrizo e lo fa pericolosamente: una punizione bomba di Gargano si stampa sulla traversa e un tiro insidioso di Lavezzi scivola fuori per pochi centimetri.

Nel secondo tempo la musica cambia. I ritmi calano col passare dei minuti, fino al quarto d’ora, quando Lavezzi mette il turbo sulla fascia sinistra, arriva a fondo campo e crossa. Il pallone carambola sul corpo di Siviglia e finisce in rete. Un vantaggio inaspettato che il Napoli, però, legittima controllando con pochi affanni la confusa reazione della Lazio.

E oltre alla confusione la Lazio deve fare i conti anche con la sfortuna: Pandev colpisce la traversa dopo una deviazione di Navarro (subentrato a Iezzo), Simone Inzaghi mette fuori da posizione favorevole. Ma è anche vero che i partenopei potrebbero raddoppiare in contropiede ancora con Lavezzi. Finisce 1-0, il Napoli va in testa alla classifica generando una giustificata euforia tra i suoi tifosi e a fine partita Eddy Reja si lascia scappare un “continuando così andremo lontano…“.

Il tabellino
LAZIO-NAPOLI 0-1 (Primo tempo 0-0)
MARCATORE: aut. Siviglia (L) al 16′ s.t.
LAZIO (4-3-1-2): Carrizo; Lichtsteiner (dal 42′ st De Silvestri), Siviglia, Rozehnal, Radu; Brocchi (dal 35′ st S. Inzaghi), Ledesma, Manfredini (dal 17′ st Foggia); Mauri; Pandev, Zarate. (Muslera, Diakite, Kolarov, Dabo). All.: D. Rossi.
NAPOLI: (3-5-2): Iezzo (dal 21′ st Navarro); Santacroce, Rinaudo, Aronica; Maggio, Blasi, Gargano, Hamsik, Mannini (dal 20′ s.t. Contini), Denis (dal 35′ s.t. Zalayeta), Lavezzi. (Grava, Montervino, Pazienza, Pià). All.: Reja.
ARBITRO: Banti di Livorno.
NOTE: spettatori 27mila circa. Ammoniti Blasi (N), Mauri (L), Lichsteiner (L), Rozenhal (L), Foggia (L), Ledesma (L). Angoli: 4-3 per il Napoli. Recupero: 1′ e 5′.


Le foto di Lazio-Napoli



























Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Atalanta-Milan 0-1: i rossoneri sbancano Bergamo e sono ad un passo dalla vetta

Palermo-Fiorentina 1-3: i viola sbancano il Barbera, ma Gilardino segna col braccio