Edimo Ferreira Campos è un centrocampista centrale più propenso a contenere le sortite offensive avversarie che a impostare la manovra: soli 26 anni ma già quasi 300 partite nell’Internacional di Porto Alegre, la squadra che lanciò Pato e che con lui in campo ha vinto 4 campionati gaucho. In Brasile, e ora anche da noi, è però noto come Edinho ed è il grande colpo di mercato del Lecce: pagato quasi 2 milioni e mezzo di euro, ha fatto disperare i suoi tifosi che per le strade di Porto Alegre gli hanno scongiurato di non andarsene. Fino all’altro giorno, poi ha preso l’aereo e ha colto l’occasione al volo: la Serie A, in Salento, con una firma su un contratto quadriennale.

Pato, sei anni più piccolo di lui, è felicissimo che il suo ex compagno di squadra sia sbarcato in Italia: “È un giocatore bravissimo. Dal punto di vista tecnico non si discute. Ma è un campione anche per la personalità ed è come un fratello maggiore per me. Mi ha visto crescere nell’Internacional, mi ha aiutato e mi è stato sempre vicino, i suoi consigli mi sono sempre stati utili. Perciò credo che farà una bella carriera in serie A, oltre a essere un buon giocatore è anche un trascinatore, un ragazzo di grande personalità, uno di quelli che fanno gruppo. È uno come Gattuso, per capirsi, uno di quelli che sa sempre come tirare su di morale i compagni e come tenere il gruppo unito con il grado giusto di tensione“.

Ieri la presentazione sotto il diluvio di Lecce, domenica prossima non ci sarà al Via del Mare contro il Torino; ma il suo esordio è solo rimandato alla prossima partita. Sentite come commenta l’operazione l’ad dei giallorossi Claudio Fenucci:

Dato il valore del centrocampista e le perplessità del club di provenienza a cederlo, la trattativa è stata piuttosto complicata. Abbiamo deciso di orientarci su un elemento di gran qualità, di grandissime motivazioni e che ha dimostrato di gradire molto il trasferimento a Lecce. Rappresentava uno dei nostri obiettivi di mercato e siamo riusciti a portarlo in giallorosso in tempi ragionevoli nonostante fosse un idolo per i suoi tifosi; la sua grande volontà di venire a giocare in Italia, campionato altamente formativo per chi dispone delle sue potenzialità, di un bagaglio tecnico e di notevole esperienza maturata nel proprio paese, l’ha indotto ad accettare la nostra proposta. Dopo essere riusciti ad ottenere questo importante tassello per il nostro organico, ci stiamo muovendo anche in altre direzioni, consapevoli però che nel mercato di gennaio le trattative spesso non vanno a buon fine“.

E’ il caso di Papa Waigo: il senegalese ha raggiunto l’accordo con i salentini e la Fiorentina ha dato il placet all’operazione, ma tutto s’è rallentato per rimostranze del Genoa, squadra che detiene metà del suo cartellino. Se dovesse naufragare questa trattativa, il ds Angelozzi proverà a portarsi a casa Fornaroli, ma la Samp richiede il controprestito di Cacia.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

bruno fornaroli Calciomercato daniele cacia lecce personaggi

ultimo aggiornamento: 23-01-2009


Mourinho e i tre scudetti “facili” urlati alla squadra dopo il ko di Bergamo. Ma sarà vero?

Elkann o Borriello? Macché, la Abbagnato ha scelto Rolando Bianchi