Archiviata o quasi la lotta per il titolo, con la vittoria dal punteggio tennistico ottenuta dal Barcellona nel big match del Santiago Bernabeu contro il Real Madrid, restano da assegnare altri due posti in Champions League, i due di Coppa Uefa e da decidere le quattro retrocessioni in Segunda Division. Per quanto riguarda il primo degli obiettivi, il Siviglia coglie un successo che potrebbe essere decisivo sull’ostico terreno del Villareal. Gli andalusi, trascinati dalle reti di Luis Fabiano e Kanouté consolidano infatti la terza posizione (l’ultima che permette di accedere direttamente al tabellone principale della massima competizione continentale) allungando a quattro punti il loro vantaggio sul Valencia, travolto sul terreno dello scatenato Espanyol, che nel corso delle ultime giornate ha innestato la quinta, scalando posizioni in maniera inarrestabile, dall’ultima all’attuale quattordicesima.

Ad un punto dagli uomini di Unay Emeri, oltre al già citato Sottomarino Giallo, si porta anche l’Atletico Madrid, che conferma il proprio rendimento altalenante, andando a vincere con autorità sul terreno del Betis, grazie ad una doppietta del bomber Diego Forlan, ora lontano solo due reti dalla vetta della classifica marcatori, sempre occupata dal blaugrana Samuel Eto’o. Restano in corsa, se non altro per la Uefa, anche il Deportivo La Coruna, vittorioso di misura al Riazor sul Valladolid con un gol di Nouioui e il Malaga, battuto a sorpresa dal fanalino di coda Numancia. In zona retrocessione rimangono otto le squadre ancora pericolanti, anche se le ultime cinque sembrano quelle che effettivamente lotteranno per evitare uno dei tre piazzamenti fatali per il declassamento nella categoria inferiore.

Risultati


Classifica


Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Video: Real Madrid – Barcellona 2-6

Il nuovo sogno del Manchester City è Raul