“Tra me e Ancelotti è finito tutto lì, non serve chiarirsi, anche perchè ci conosciamo bene. Nessuno ha insultato nessuno, si è parlato di calcio e di cose normali che succedono in campo, con rispetto da una parte e dall’altra. Per me e per il mister tutto si è concluso lì e spero che da domani non si parli più di questa cosa”.
Con queste semplici parole rilasciate a Milan Channel, il numero 10 del Milan Clarence Seedorf mette la parola fine ad una vicenda che a dire il vero non è mai iniziata.
Come ha detto giustamente Seedorf, purtroppo oggi ci sono le telecamere e gli inviati delle tv che trasmettono le partire in diretta vicini alla panchina e non c’è intimità per la squadra, per i giocatori e per l’allenatore.

“Sono cose assolutamente normali, discussioni che ci sono durante una gara. Il discorso era finito sul rettangolo di gioco. E’ importante che la gente capisca che le televisioni e i giornali hanno interesse ad ingigantire i fatti. Noi sappiamo come vanno certe cose, in campo, a volte negli spogliatoi, non c’è niente di strano. Siamo tutti uomini, siamo adulti con gli stessi obiettivi.” conclude Seedorf.
Scommettiamo che stasera al “brocesso dibbistardi” sarà messa in evidenza la “lite furibonda” tra Ancelotti e Seedorf paragonandola alla lite tra il mister e Shevchenko?
foto | Sports.it

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

Milan notizie serie-a-20062007

ultimo aggiornamento: 25-09-2006


Udinese-Fiorentina. Qui Firenze.

Problemi spagnoli per Tavano