Era al telefono, con la fidanzata, quando si è accasciato al suolo. Daniel Jarque, capitano dell’Espanyol, 26 anni, si è sentito male quando nella sua stanza a Coverciano non c’era nessuno. La ragazza, dalla Spagna, ha immediatamente chiamato i compagni che erano in ritiro con lui in attesa delle due amichevoli con Bologna e Livorno in programma nei prossimi giorni, ma nemmeno i più rapidi soccorsi sono stati in grado di rianimare il cuore di Jarque colpito da un violento infarto.

Un altro calciatore spagnolo, giovane quasi quanto il terzino del Siviglia Antonio Puerta, muore a causa di un malore riconducibile almeno in apparenza ad una patologia cardiaca. Jarque, che dopo una carriera che sin dalle giovanili lo ha visto protagonista nella seconda squadra di Barcellona era stato recentemente nominato capitano, nel pomeriggio di ieri aveva preferito rimanere a Coverciano non andando a fare una passeggiata a Firenze insieme ai suoi compagni perché aveva riferito di non sentirsi bene.

La causa del decesso sarà accertata attraverso un’autopsia già disposta dalla Procura di Firenze, le amichevoli con Bologna e Livorno dell’Espanyol sono state annullate e la squadra farà rientro in Spagna già nella giornata di oggi.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

antonio puerta Bologna Espanyol Liga Spagnola Livorno notizie

ultimo aggiornamento: 09-08-2009


Video: West Ham – Napoli 0-1

Video: Benfica – Milan 1-1 (6-5 d.c.r.)