Al contrario delle squadre di serie A e B, tutte trovate in regola (hanno rischiato fino all’ultimo però però Ascoli, Cosenza e Ancona) a seguito dei consueti controlli della Covisoc in vista dell’iscrizione ai prossimi campionati, nella Lega Pro è stato un vero e proprio bagno di sangue. Al primo esame dell’organo di controllo della Federcalcio sono state infatti escluse ben sedici squadre che potranno però fare ricorso, entro l’11 luglio, al Consiglio Federale attendendo poi per il 14 la risposta.

Due di queste sono già fuori, per non aver nemmeno presentato domanda di iscrizione: le piemontesi Biellese e Ivrea. Della altre quattordici le più e rischio sono tre delle retrocesse dal campionato cadetto: Pisa, Avellino e Treviso, più Venezia, Catanzaro e Sambenedettese. Meno grave invece la situazione di Perugia, Alghero, Barletta, Pistoiese, Pro Sesto, Vibonese, Igea e Legnano, che non dovrebbero avere comunque problemi a superare l’esame di riparazione.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Le nuove maglie delle Serie A 2009/2010

Lazio: Carrizo in prestito al Saragozza in cambio del cartellino di Matuzalem