Dopo la recente “non decisione” dell’arbitrato del Coni che dichiaratosi incompetente in materia, ha di fatto confermato l’ultima giornata di squalifica alle curve del San Paolo, sono giunte oggi, direttamente da Napoli, le dichiarazioni del ministro dell’Interno, Roberto Maroni. Nessun passo indietro rispetto alle decisioni prese, nemmeno per il divieto di trasferta per tutto l’arco del campionato, è questo il succo dell’intervento di Maroni.

Una decisione che lascia l’amaro in bocca ai tifosi napoletani: sono troppi, secondo alcune fonti autorevoli, i punti oscuri e i fatti non provati di quel 31 agosto, il giorno di Roma-Napoli. Tuttavia Maroni non vuole sentire parlare di sconti e con fermezza ribadisce la linea dura adottata in principio:

“Ai tifosi del Napoli non saranno più consentite trasferte fino alla fine del campionato. Mi sono fatto mandare una delle magliette indossate dai tifosi con la scritta ‘Io ho precedenti penali’ e la tengo nel mio ufficio. Abbiamo contrastato l’emergenza della violenza nel calcio fin dalla prima giornata, e io ho preso tanti sfotto’ negli stadi, ma siamo riusciti a contenere il fenomeno. Purtroppo per ogni episodio amplificato dalle tv il sentimento di insicurezza cresce. Manterremo il divieto di trasferta per i tifosi del Napoli per tutto il campionato perché la lezione deve essere di quelle che restano impresse.”

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

Napoli notizie roberto maroni Roma-Napoli

ultimo aggiornamento: 18-10-2008


Anche Ballack salterà il match contro la Roma. Intanto Drogba giura fedeltà al Chelsea.

Video: Fiorentina – Reggina 3-0