Qualcosa è cambiato. Rispetto al mercato incomprensibile di dodici mesi fa, quest’anno Moratti e Branca sembra abbiano un’idea, a partire dallo sfoltimento senza troppi rimpianti di una rosa che ha vissuto per due anni sugli allori di una stagione, quella 2009/2010, praticamente irripetibile. Stiamo parlando come chiaro che sia di Inter e del fatto che lasceranno la Pinetina, con tutta probabilità, campioni del calibro di Cordoba (sicuramente), Lucio, Stankovic e Chivu. E poi c’è Maicon che è praticamente ai titoli di coda della sua fortunatissima avventura in nerazzurro ed è pronto a volare in Inghilterra: nelle ultime ore si è inserito il Chelsea, con molta probabilità però raggiungerà Roberto Mancini al Manchester City.

L’Inter è d’accordo e ha proposto al tecnico jesino uno scambio alla pari con Nigel De Jong, centrocampista olandese un po’ rude ma di sicuro rendimento in mediana, tra l’altro amico fraterno di Wesley Sneijder (che dopo i mal di pancia della scorsa estate, pare abbia trovato un buon feeling con Stramaccioni e rimarrà ancora a Milano). Nella lista dei partenti anche Pazzini e Zarate, mentre in entrata oltre al già definito acquisto di Rodrigo Palacio, sull’agenda della dirigenza interista vi sono appuntati i nomi di Ezequiel Lavezzi e di Mauricio Isla. Il cileno dell’Udinese sostituirebbe proprio Maicon sulla fascia, ma se dovesse andare male (il giocatore vuole l’Inter ma trattare coi Pozzo è diventato sempre più difficile) ecco allora pronta l’alternativa che risponde al nome di Juan Camilo Zuniga, terzino colombiano del Napoli. Siamo solo all’inizio, ma quello dell’Inter si preannuncia un mercato frizzantissimo.

Foto | © TMNews

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


I tifosi della Roma domani a Trigoria per chiedere il ritorno di Zeman

Napoli: Maggio: “Lavezzi è da un po’ che voleva andare via, ma Cavani e Mazzarri devono rimanere”