Mourinho e Mancini: questo fino ad ora il mercato dell’Inter, che in uscita ha visto partire gli svincolati Maniche, Cesar e Solari. Ma il club di Via Durini, è noto, non sta con le mani in mano e sta lavorando su diversi fronti per rinforzare la propria squadra, soprattutto il centrocampo: nella giornata di oggi Jorge Mendes, procuratore del funambolo portoghese Ricardo Quaresma, è a Milano per definire gli ultimi dettagli circa il passaggio in nerazzurro del suo assistito. Col Porto sembra sia tutto a posto, si tratta di formulare il giusto contratto all’esterno lusitano: al Porto percepiva poco più di un milione di euro all’anno, l’Inter è pronta a offrirgli un contratto quadriennale da quasi 4 milioni annui.

Per l’ufficialità mancano ore e senza intoppi in extremis Mourinho potrà disporre del suo connazionale per la prossima stagione. Si lavora dunque per un centrale: Lampard è volata con la sua squadra e coi gradi del leader in una tournée cinese, i Blues di Scolari se lo vedranno probabilmente andar via alla fine del prossimo anno a parametro, ma per questa stagione sarà ancora di scena allo Stamford Bridge. L’ipotesi Muntari, che nelle ultime ore s’era fatta come la più probabile, ha subito un arresto inatteso per via delle parole del manager del Portsmouth, Harry Redknapp: “Non so nulla di questo, mi risulta nuovo. Non voglio comunque cederlo. È uno dei miei migliori giocatori e un grandissimo talento. Se qualcuno si è fatto vivo dall’Italia, sicuramente non lo ha fatto con me“.

Nell’attesa di sistemare il centrocampo, così, i nerazzurri hanno messo le mani su un prospetto interessantissimo: già segnalato da Robinho al Real Madrid, Coutinho alla fine, per mezzo della sua squadra il Vasco da Gama, ha scelto l’Inter. Sedici anni appena compiuti, rimarrà comunque in Brasile fino alla maggiore età, quando volerà direttamente alla Malpensa; è un attaccante coi clismi del fuoriclasse, così parlava di lui qualche settimana fa Robinho: “Gli ho visto fare cose pazzesche, potenzialmente si tratta di un fuoriclasse, e l’ho segnalato alla nostra dirigenza“. Peccato per lui che il presidente del club cruzmaltino, Roberto Dinamite, ha preferito alla fine l’Inter: “Lo abbiamo ceduto all’Inter, anche perché gli accordi sono che resti con noi fino al compimento della maggiore età, abbiamo una squadra giovanissima con tanti talenti splendidi, ma che hanno bisogno di tempo e di un clima di pazienza e fiducia per maturare“.

Costo dell’operazione? Ben 4 milioni di euro, prezzo record per un ragazzino del 1991. Qui sotto un video che lo ritrae in alcune delle sue giocate, Milano sponda nerazzurra attende il suo Pato. Ma prima, avanti con Quaresma!

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Ancora un dramma per Wes Brown: dopo il padre perde la sorella

Una nuova fiamma per il playboy Cristiano Ronaldo