Domanda a cui nessuno, ad oggi, sa rispondere. Neanche il suo presidente Maurizio Zamparini, confuso come non mai sul futuro più prossimo e su quello più ad ampio respiro. Innanzitutto la questione allenatore: l’anno prossimo verrà confermato Serse Cosmi? Zamparini non lo esclude, gli esperti di mercato lo vedono alquanto improbabile: pare sia stato già contattato Gian Piero Gasparini, non certo un buon modo per il trainer umbro questo di preparare il finale di stagione.

A proposito, a otto giornate dal termine del torneo, quali gli obiettivi dei rosanero? Dopo cinque sconfitte di fila (nelle ultime 4 con zero gol fatti), una vittoria casalinga e prestigiosa, col Milan, seppur firmata da un difensore. Tutto ciò ha mescolato ancor più le carte perché ha dimostrato il valore della squadra, ma al contempo ha fatto aumentare i rimpianti per lo sciagurato mese e mezzo a perdere su e giù per la penisola. Eppure Cesare Bovo è ottimista:

“Serse Cosmi ci ha ridato la carica giusta. Psicologicamente non eravamo al top viste le grandi sconfitte. Il mister ha cercato di iniziare il recupero partendo proprio dall’aspetto mentale. La squadra è di livello, dunque bisognava lavorare innanzitutto sulla testa”.

Già, ma intanto c’è il derby al Massimino di Catania e allora a ingarbugliare ancor più la faccenda ci pensa lo stesso Zamparini che ricorre anche alla scaramanzia: “Il derby è derby e porta i giocatori a scendere in campo con uno spirito diverso. Poi abbiamo Serse Cosmi, il nostro tecnico portafortuna, che a Catania ha fatto sempre bene e l’ultima volta con il Livorno ha vinto al Massimino“. Senza dimenticare la Coppa Italia; il Palermo è impegnato nelle semifinali contro il Milan, ce lo ricorda Fabrizio Miccoli:

“Mi piacerebbe vincere con la maglia rosanero e la finale della Coppa Italia sarebbe per tutto l’ambiente qualche cosa di importante. Il nostro obiettivo deve essere il raggiungimento dell’Europa Leaguee possiamo arrivarci sia con il campionato che con la Coppa Italia”.

Europa League poi puntualmente snobbata, aggiungeremmo noi.

E infine: che mercato farà questo Palermo? Si dice che un grandissimo club (il Barcellona?) abbia offerto più di 40 milioni per Pastore e che la società siciliana abbia risposto picche. Possibile? E Ilicic che fine farà? Troppe domande, poche risposte. Il Palermo è il vero rebus della Serie A.

Riproduzione riservata © 2023 - CALCIOBLOG


Ridotta a due giornate la squalifica di Ibra, salterà comunque il derby

Processo Gea: riduzione di pena per Moggi, non c’è associazione a delinquere