Ingimarsson al 22′ decide il Monday Night della quarta giornata di Premier League e concede al Reading di arrivare a 29 partite consecutive utili in casa; di contro viene battuto un Machester City con un Corradi ancora spento e l’ex laziale Dabo espulso nel finale. Tra sabato e domenica si sono giocate tutte le altre partite. Dodici punti in quattro partite, ovvero bottino pieno per il Manchester United di Sir Alex Ferguson che si sta rivelando, senza esagerare, la vera rivelazione di questo avvio di stagione inglese: è bastato un gol di Giggs al 9′ per regolare il Tottenham di Mido, Robbie Keane e Davids (per la squadra londinese è la terza sconfitta nelle prime quattro gare). Dietro ai Diavoli Rossi un duo insolito ossia il Portsmouth, vincente sul Wigan per opera della rete di Benjani, e l’Everton, vittoriosi nel derby di Liverpool strapazzando i Reds con un 3-0 perentorio (gol di Cahill e doppietta di Andrew Johnson) e regalando alla banda di Benitez la prima sconfitta in campionato (4 punti in 3 gare per Crouch e soci).

Quarto posto e nove punti per gli attuali campioni d’Inghilterra, ossia il Chelsea di Mourinho che non brilla contro il Charlton ma che riesce a spuntarla grazie al gol del 2-1 di Carvalho (erano passati in vantaggio i Blues con Drogba, quindi avevano pareggiato gli ospiti con Hasselbaink). Via via tutte le altre: l’Aston Villa sale a quota 8 punti dopo il pareggio ad Upton Park contro un West Ham che nella ripresa fa esordire solo Tevez (per la cronaca al gol di Ridgewell ha risposto per i padroni di casa il solito Zamora). Gli Hammers così si piazzano a metà classifica con 5 punti, due lunghezze dietro Bolton e Fulham, a quota 7.

Il Bolton ha sudato più del previsto per battere il Watford, fanalino di coda, che ha gettato la spugna solo al 95′ quando l’immortale Gary Speed su rigore ha fatto esplodere il pubblico di casa; il Fulham ha invece regalato un dispiacere al nostro Giuseppe Rossi andando ad espugnare il St.James Park di Newcastle proprio quando il talentino italiano è entrato per sostituire Martins: in vantaggio per 1-0 grazie alla marcatura di Parker, negli ultimi 10 minuti i magpies combinano la frittata e finiscono per perdere la partita col due americano McBride-Bocanegra, gli eroi della vittoria in trasferta dei londinesi.

Infine si sono registrati due pareggi: l’Arsenal in chiara crisi non riesce a battere un buon Boro ad Higbury e rimanda ancora la prima vittoria in campionato (1-1, prima Morrison quindi Henry); a Sheffield lo United spreca due rigori e pareggia 0-0 contro il Blackburn (che pure ha sbagliato un penalty col sudafricano McCarthy): entrambe le squadre rimangono appaiate a quota 2 in classifica, insieme proprio ai Gunners.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

notizie tutto il calcio estero

ultimo aggiornamento: 12-09-2006


Osvaldo Bagnoli: il genio dimenticato

Champions league: Spalletti teme lo Shakhtar