Finalmente una prova maiuscola per la Roma sospinta da un maestoso Vucinic e rinvigorita da un nuovo modulo (4-4-2 con centrocampo a rombo), sicuramente più pragmatico e accorto. I giallorossi salgono al secondo posto nel girone, a quota 6, ad una sola lunghezza dal Chelsea. Sarà fondamentale la prossima partita in Romania, in casa del Cluj, quando anche un pareggio potrebbe diventare preziosissimo: il Chelsea farà visita al Bordeaux e si stenta già da adesso a credere in un’altra sconfitta dei londinesi, che rischierebbe di risultare fatale ai blues. (FotogalleryVideo)

Spalletti ripropone Totti in attacco affiancato da Vucinic. In difesa spazio a Cicinho al posto di Riise e a centrocampo Brighi sin dal primo minuto. Tra gli inglesi si rivede un fumoso Anelka mentre nel secondo tempo, sotto 1-0, Scolari farà uscire Malouda per consentire l’ingresso di Drogba. Nei primi minuti è il Chelsea a fare la partita: al decimo Deco impegna severamente Doni, qualche minuto dopo Lampard ci prova da lontano e il portiere brasiliano devia in angolo. Ma al 34esimo Cicinho si invola sulla fascia destra e con un cross sorprende l’imbambolata difesa del Chelsea: palla che arriva all’indisturbato Panucci che non sbaglia da due passi.

La reazione del Chelsea è confusa e frammentaria, si va al riposo sull’1-0 per la Roma. Secondo tempo, passano tre minuti e Vucinic inizia il suo show inventando, da fuori area, una parabola precisa che buca l’incolpevole Cech. Dieci minuti dopo il montenegrino con una cavalcata impressionante parte dalla sua metà campo, lascia sul posto un frastornato Mikel, arriva in area e trafigge Cech. E’ l’apoteosi. Escono Totti e Perrotta (dentro J. Baptista e Taddei), mentre per il Chelsea è notte fonda. C’è solo il tempo per goal della bandiera di Terry che arriva al 75esimo.

Il tabellino
ROMA-CHELSEA 3-1
(Primo tempo 1-0)
MARCATORI: Panucci (R) al 34′ p.t.; Vucinic (R) al 3′ e al 13′, Terry (C) al 30′ s.t.
ROMA (4-4-2): Doni; Panucci, Mexes, Juan, Cicinho; Perrotta (Taddei dal 26′ s.t.), De Rossi, Brighi; Pizarro; Totti (Baptista dal 16′ s.t.), Vucinic (Riise dal 42′ s.t.). (Artur, Loria, Tonetto, Menez). All: Spalletti.
CHELSEA (4-3-3): Cech; Bosingwa (Kalou dal 17′ s.t.), Alex, Terry, Bridge; Deco, Mikel, Lampard; J. Cole (Belletti dal 1′ s.t.), Anelka, Malouda (Drogba dal 1′ s.t.). (Cudicini, Ivanovic, Ferreira, Di Santo). All. Scolari.
ARBITRO: Medina Cantalejo (Spa)
NOTE – Spettatori 45.000. Ammonito Perrotta per comportamento non regolamentare. Al 35′ Deco espulso per doppia ammonizione. Angoli 2-11. Recuperi: 1′ p.t.; 3′ s.t.


Le foto di Roma-Chelsea (3-1)







































Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Anorthosis-Inter 3-3: i nerazzurri si salvano da una figuraccia continentale

Milan: Nesta a rischio carriera, il suo calvario è colpa di MilanLab?