Vittoria giallorossa, il derby d’andata è nel segno di Julio Baptista, il brasiliano è l’uomo del giorno e rischia di entrare finalmente nel cuore dei suoi tifosi dopo un inizio stagione più complicato del previsto. Mai derby era più importante per la Roma in chiave classifica, i tre punti conquistati ai danni della Lazio fanno risalire i giallorossi a quota 11, con una gara da recuperare. I biancocelesti vengono bloccati, ma restano comunque ai margini della zona Champions grazie alle contemporanee sconfitte di Napoli e Udinese. (FotogalleryVideo)

L’uomo della partita, come detto, è “La Bestia” decisivo in entrambe le circostanze che fanno pendere la partita dalla parte della Roma rompendo l’equilibrio sottile su cui correva la gara fino a quel momento. La svolta arriva al quinto del secondo tempo, sugli sviluppi di un angolo Totti crossa al centro, il pallone è teso, Baptista lasciato un po’ solo dalla difesa si avventa in anticipo e di testa insacca alle spalle di Carrizo.

La reazione della Lazio, che rimane in partita esattamente come in un primo tempo ben giocato, arriva subito, ma Doni rimedia ad un errore suo e di Mexes mandando in angolo il pallone colpito di testa da Zarate. Da qui in poi diventa di nuovo decisivo Baptista che nel giro di 10 minuti causa i due cartellini gialli che mandano negli spogliatoi anzitempo Ledesma. Prima sfugge al centrocampista della Lazio che lo trattiene leggermente prima del suo ingresso in area, poi lo costringe ad un brutto intervento a centrocampo che vale l’espulsione.

La superiorità numerica non lascia comunque la Lazio priva di armi per replicare agli attacchi dei giallorossi, al contrario la Roma si trova più volte nella condizione di diversi difendere dalla voglia di arrivare al pari dei biancocelesti. L’attacco formato da Rocchi e Pandev si rivela pericoloso per la coppia Juan – Mexes che gioca comunque una delle partite più convincenti della stagione, a dire il vero bastava poco.

L’espulsione di Ledesma si rivela decisiva dal punto di vista tattico, nel finale sarebbe servita una pedina come Foggia, magari puntando al cambio Rocchi – Simone Inzaghi. Quest’ultima è effettivamente l’ultima mossa di Delio Rossi sul finire della gara, ma sarebbe risultato più utile se Zarate avesse avuto la possibilità di occupare una posizione più centrale, fra le linee, invece l’argentino è così costretto a giocare da esterno offensivo puro e il gioco della Lazio risulta prevedibile.

Nonostante cià il giovane talento sudamericano riesce in un paio di circostanze a saltare il diretto avversario e ad offrire buoni cross per le torri, ma né InzaghiLichsteiner hanno fortuna con la mira. Nel finale viene anche ristabilita la parità numerica con l’espulsione per doppio giallo di Perrotta, decisamente troppo irruento, ma la Lazio non trova il colpo del pari ed è costretta alla sconfitta. Per la Roma è la prima vittoria dopo 5 sconfitte consecutive, una boccata d’ossigeno che ha il valore aggiunto di arrivare nel derby.


La Galleria Fotografica di Roma – Lazio 1-0





































Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

Julio Baptista Lazio Roma serie-a-20082009

ultimo aggiornamento: 17-11-2008


Video: Roma – Lazio 1-0

La Fiorentina si lamenta: “Gila ancora paga il gol di mano”