Nel tardo pomeriggio di oggi tutte le testate giornalistiche hanno sbattuto il Siena in prima pagina, come l’Atalanta anche i toscani rischierebbero grosso dal nuovo scandalo calcioscommesse che ha travolto il mondo del pallone. A quanto pare gli elementi di un coinvolgimento dei bianconeri emergono dalle carte preparate dal Gip Guido Salvini, in particolare sono le affermazioni di Massimo Erodiani a inguaiare la società di Massimo Mezzaroma, la partita è sempre la stessa, quella casalinga con Sassuolo vinta per 4-0: “Erodiani affermava che il Siena aveva pagato da parte sua altri giocatori del Sassuolo”. Peccato che questo scoop non esista, anzi è roba vecchia visto che ne avevamo già parlato su Calcioblog, in particolare in un articolo pubblicato il 1 giugno si poteva leggere nella parte finale:

“Questa è l’unica partita che coinvolge il Siena (ndr il riferimento è a Siena – Sassuolo 4-0), ma è preoccupante per la società toscana soltanto nella parte che riguarda le voci riferite da Stefano Bettarini e Massimo Erodiani, entrambi concordi sul fatto che la partita fosse già stata combinata. Il Siena si sarebbe mosso “di persona per corrompere altri giocatori del Sassuolo”, altri rispetto a Quadrini e a quelli che lo stesso Quadrini intendeva coinvolgere nella compravendita del risultato”.

La conversazione telefonica incriminata è con il solito Marco Paoloni e ha avuto luogo il 24 marzo 2011. Questo il dialogo tra i due:

Erodiani: «Comunque si vocifera che hanno preso pure i soldi dal Siena eh»
Paoloni: «Ah si?»
Erodiani: «Sì»
Paoloni: «addirittura…»
Erodiani: «quindi vedi un po’ quindi»
Paoloni: «allora se è cosi lasciamo perdere, cioè nel senso senza che pure glieli devi dare agli altri»

Al Siena fa riferimento anche Antonio Bellavista, sempre nelle carte del Gip si legge: “Erodiani chiedeva a Bellavista se avesse sentito anche i giocatori del Siena e questi rispondeva che stava cercando di contattarli. In particolare aveva chiamato Stefano Bettarini affermando che il Siena si era mosso di persona e che al momento i giocatori del Sassuolo d’accordo erano Quadrini, il portiere e il centrale”. Le parole dell’ex capitano del Bari sono però poco rilevanti, in generale senza prove concrete è difficile dimostrare la colpevolezza del Siena. Bettarini viene dalla città del Palio ma non ha mai avuto contatti con la società, appare difficile quindi immaginare come possa essere venuto in possesso di quelle informazioni.

In ogni caso la società toscana ha pubblicato in serata un comunicato, il secondo dallo scoppio dello scandalo, in cui rimprovera gli organi di informazioni di aver amplificato delle voci in mancanza di nuovi elementi:

In assenza di elementi nuovi, assistiamo con profondo sconcerto all’amplificazione di dichiarazioni già conosciute da cinque giorni e peraltro del tutto inattendibili. Rimaniamo fiduciosi che la magistratura consenta di cancellare ogni ombra e metta finalmente termine a questo infondato clamore mediatico sul Siena.


La giustizia ordinaria prima, quella sportiva poi, dovranno fare il loro corso. Non si capisce però come mai in queste circostanze la stampa si diverta a praticare una sorta di gioco al massacro, ricordando un po’ anche quello che era successo in merito al presunto coinvolgimento di Daniele De Rossi. Informare la gente è importante, ma bisogna farlo con coscienza. Senza voler prendere le parti di nessuno, parlare dei rischi dell’Atalanta può avere un senso dal momento che uno dei suoi tesserati, Cristiano Doni, è ufficialmente indagato. Il caso del Siena appariva, e continua ad apparire anche oggi, profondamente diverso: non ci sono tesserati direttamente coinvolti e non sembra corretto trascinare una società nella melma del calcioscommesse solo sulla base di intercettazioni telefoniche di persone che alla fine dovranno provare le loro affermazioni. Sarebbe grave arrivare ancora una volta a indagini e sentenze guidate dal sentimento popolare suscitato e alimentato con diabolico cinismo.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Video – Il rigore dell’islandese Magnusson

Calciomercato Juve: Notizie su Inler, Lichtsteiner e Mauri – 5 Giugno 2011