Fonti ufficiali bulgare riferiscono di 8 italiani posti in stato di fermo a Sofia al termine di tafferugli provocati da ultras romanisti in trasferta. I disordini sono scoppiati nel centro della capitale bulgara circa due ore prima dell’inizio della partita di Europa League tra la Roma e il Cska Sofia. Circa una sessantina di tifosi italiani, secondo un comunicato del ministero dell’Interno bulgaro, hanno assaltato un locale pubblico in via Aksakov, nel centro di Sofia, a circa mezzo chilometro dallo stadio, rompendo vetrine, tavoli e sedie.

I tifosi hanno anche danneggiato alcune auto parcheggiate nei pressi del locale. Secondo la polizia locale, i tifosi italiani hanno provato a provocare alcuni sostenitori del Cska (tradizionalmente collocabili politicamente “a sinistra”, al contrario dei cugini del Levsky Sofia), i quali però non hanno reagito. Dopo il fermo degli otto ultras (che potrebbe durare 24 ore) gli altri tifosi della Roma sono stati accompagnati dalla polizia allo stadio.


Le foto di Cska Sofia-Roma 0-3





Le Foto di CSKA Sofia – Roma 0-3, Roma prima nel Girone grazie a Cerci e Scardina



























Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

cska sofia notizie Scontri tafferugli tifosi trasferta Ultras

ultimo aggiornamento: 17-12-2009


Video: Gol Highlights Rai Inter – Livorno 1-0 del 16 Dicembre 2009 – Coppa Italia

Totti rinnova fino al giugno 2014: oltre 8 milioni di euro (lordi) annui il suo ingaggio