Ieri sera si sono completati i play-off di Champions League: 32 le squadre per la fase finale della competizione, come prassi verranno divise in otto gironi da quattro. La definizione di questi avverrà oggi pomeriggio, alle 18, a Montecarlo: già redatte le quattro fasce, ogni raggruppamento sarà composto da una squadra per fascia, con la sola “restrizione” che non potranno essere sorteggiate nello stesso girone formazioni dello stesso Paese. Ben 12 club provengono da appena tre nazioni ossia Spagna, Inghilterra e Italia, tre rappresentanti per Francia e Germania, due per la Russia, per il resto squadre singole, rispettando il volere di Platini.

Dal Debreceni all’Apoel Nicosia, dal Maccabi Haifa all’Unirea Urziceni, fino ad arrivare allo Zurigo e all’Az, quest’anno la massima competizione continentale vedrà un bel nugolo di volti se non proprio nuovi, quanto meno rari. Tra loro le solite, prestigiose squadre tra cui le quattro italiane: il Milan, inserito in prima fascia, l’Inter e la Juve, in seconda, e la Fiorentina, in terza. Nella prima fascia “abbordabili” sono il Bayern e il Siviglia, nella seconda Rangers e AZ, nella terza Stoccarda e Besiktas, nell’ultima sulla carta tutte; da evitare invece nella seconda il Real Madrid e il Lione, nella terza l’Atletico Madrid e il Bordeaux, nella quarta il Wolfsburg.

Teste di serie

Barcellona (detentore del titolo)
Liverpool
Chelsea
Manchester United
Milan
Arsenal
Siviglia
Bayern Monaco

Seconda fascia

Lione
Inter
Real Madrid
CSKA Mosca
Porto
AZ Alkmaar
Juventus
Rangers

Terza fascia

Olympiakos
Olympique Marsiglia
Dinamo Kiev
Stoccarda
Fiorentina
Atlètico Madrid
Bordeaux
Besiktas

Quarta fascia

Wolfsburg
Standard Liegi
Maccabi Haifa
Zurigo
Rubin Kazan
Unirea Urziceni
APOEL
Debreceni VSC

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Video: Fiorentina – Sporting Lisbona 1-1

Inter, Sneijder: “Sono felice con Mourinho, ma il Real mi ha trattato male”