A leggere i giornali di oggi sembrerebbe che tutti i migliori attaccanti europei siano pronti a cambiare casacca, certo sono solo voci, per alcune delle quali sono già arrivate le smentite di rito, ma si sa che a volte in questo genere di notizie un fondo di verità può sempre esserci. Dalla Spagna all’Inghilterra sono rimbalzate le voci dei malumori di gente come Cristiano Ronaldo e Fernando Torres, ma anche di David Villa che sta faticando a trovare spazio nel Barcellona. Partiamo proprio da quest’ultimo, la notizia è di Marca, quotidiano vicino al Real Madrid che potrebbe giocare a destabilizzare l’ambiente blaugrana, che l’ha data con tanto tanto di titolone a caratteri cubitali.

L’attaccante asturiano ha fatto molto bene l’anno scorso, quest’anno però è stato messo in ombra dall’arrivo di Alexis Sanchez e Cesca Fabregas, per non parlare dell’ultima scoperta Isaac Cuenca. Insomma, Villa gioca poco, è partito da titolare solo in otto occasioni, e starebbe meditando di terminare il suo rapporto con il Barcellona con due anni di anticipo rispetto a quanto previsto dal suo contratto quadriennale. Tuttavia appare molto improbabile un suo trasferimento già in occasione della finestra di mercato invernale, ma secondo il quotidiano madridista l’addio è quasi certo in estate. La smentita arriva però direttamente da Guardiola che in conferenza stampa dice apertamente che Marca mente e nega anche i pettegolezzi a proposito del pessimo rapporto dell’attaccante con la stella Leo Messi. Nei prossimi mesi si conosceranno gli sviluppi di questa storia, intanto si registra l’interesse per Villa da parte di Chelsea, Aston Villa e Liverpool.

In Catalogna ci si difende con la stessa arma, la destabilizzazione: il quotidiano Sport, vicino al Barça, racconta della tristezza di Cristiano Ronaldo. Il lusitano è stanco di non vincere niente, l’ennesimo scontro con i rivali blaugrana perso al Santiago Bernabeu, costellato da due suoi errori, avrebbe accentuato il suo malcontento. Mourinho per risollevargli il morale lo ha fatto giocare anche in Coppa del Re, lui ha ripagato con un gol per il quale però non ha voluto esultare, nonostante i compagni lo abbiano subito circondato. La sua partenza da Madrid sembra effettivamente molto improbabile, però a quanto pare il Manchester City ha già drizzato le orecchie, pronto a sfruttare qualsiasi spiraglio possa aprirsi nei prossimi mesi.

Dalla Spagna voliamo in Inghilterra, in casa Chelsea, dove gli scontenti sono addirittura due, Lampard e Torres. Lo spagnolo non è proprio riuscito a integrarsi a Londra, sono pochissimi i gol messi a segno dal suo approdo allo Stamford Bridge e pare che i Blues ormai abbiano perso ogni speranza di recuperarlo. Il Daily Mail rivela che il club di Abramovich è pronto a metterlo in vendita a prezzo di saldo già a gennaio: bastano 20 milioni di sterline per averlo, una miseria se si considera che nemmeno un anno fa il Chelsea ne aveva sborsati 50 per strapparlo al Liverpool. Il problema se mai sarà quello di trovare una squadra pronta a sobbarcarsi il suo pesante ingaggio, 150 mila sterline a settimana, cioè oltre 7 milioni di sterline all’anno, non è detto però che proprio Torres pur di cambiare aria possa fare uno sconto al suo prossimo club.

Chiudiamo con un’altra stella assoluta, anche se non di ruolo attaccante, Frank Lampard. Il centrocampista inglese, secondo il Sun, non è ancora riuscito a instaurare un buon rapporto con André Villas-Boas e ha fatto chiaramente capire che se non troverà maggior spazio nei prossimi mesi è pronto a dire addio a Londra. È difficile che ciò avvenga già a gennaio, il Chelsea perderà già Anelka, potrebbe partire anche Torres e di sicuro non saranno disponibili Kalou e Drogba impegnati in Coppa d’Africa. Ma in estate tutto può succedere, in caso di partenza di Lampard in prima linea ci sarebbe il Real Madrid di José Mourinho, chi se no, il portoghese riabbraccerebbe più che volentieri uno dei giocatori che hanno contribuito a fare le sue fortune in Premier League. Sono voci, alcune più realistiche, altre meno, ma quando i nomi sono quelli di campioni del calibro di quelli appena citati è normale che vengano amplificate e che portino a grandi discussioni.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Palermo-Siena 4-7 dopo i calci di rigore | Video Gol Coppa Italia

Tessera del tifoso illegittima: accolto l’appello di Codacons e Federsupporter