Se dici Serie B, dici Roberto Colacone: da più di sette anni questa seconda punta di San Donato Milanese milita in cadetteria e oggi compie la bellezza di 35 anni. Eppure la sua carriera pareva più fulgida: esordio in Serie A non ancora 20enne durante un Parma-Roma dell’aprile ’94, con la maglia dei ducali; ancora giovanotto la squadra emiliana decise di fargli fare le ossa in terza serie dove realizzò 20 gol in 60 partite con la Carrarese prima e la Spal poi, quindi la parentesi al Foggia dove compose con David Di Michele una coppia offensiva che dalle parti dello Zaccaria ancora ricordano con piacere.

Dopo un solo anno in Puglia, arrivò la chiamata della Lucchese: ancora casacca rossonera, ancora ottime giocate. Coi toscani quasi 100 partite e 25 gol, di cui 14 in C1. Dopo le sfortunate parentesi a Ravenna e Treviso, ecco il Como che Colacone letteralmente trascinò in Serie B nella seconda parte della stagione 2000/01, facendo bene anche in B. Approdati in A, i lariani si disfecero di lui e da allora iniziò a peregrinare in seconda serie cambiando molte squadre e invecchiando piano piano.

A Vicenza fu una specie di meteora, al Genoa andò un po’ meglio, ma fu all’Ascoli che si rilanciò prepotentemente e poi al Modena: coi canarini Colacone rimase per ben tre stagioni facendosi ben apprezzare dai suoi tifosi anche se aveva smarrito un po’ il fiuto del gol. Nel gennaio del 2008, e stiamo arrivando ai giorni nostri, il passaggio all’Albinoleffe in cui rimarrà solo pochi mesi (2 gol alla Triestina e al Frosinone): lo scorso primo settembre infatti ha accettato la chiamata dell’Ancona, club dove milita tutt’ora. Oggi spegne 35 candeline: carriera niente male, ma chissà, forse Colacone poteva fare di più.

Auguri anche a Luigi Panarelli (33).

Qui la scheda completa di Roberto Colacone.

Riproduzione riservata © 2023 - CALCIOBLOG


Zola si guadagna il rinnovo: al West Ham per altri quattro anni

Video: Serie B – Tutti i gol della trentasettesima