Zlatan Ibrahimovic ammette di averla fatta grossa e non cerca giustificazioni inutili. L’attaccante svedese, fermato dal giudice sportivo con tre giornate di squalifica per il ceffone rifilato a Salvatore Aronica durante Milan-Napoli, al momento della consegna del Tapiro d’Oro di Striscia la Notizia, si scusa prima di riporre tutta la fiducia verso i suoi compagni di squadra che, se il ricorso del Milan non andrà a buon fine, dovranno fare a meno di lui anche per la sfida scudetto contro la Juventus: “Ho fatto una cazzata. Succede, succede. Devo imparare quando sbaglio. Non servivano le telecamere per quello che ho fatto. Ho sbagliato. Ho fiducia nella squadra. Farà bene anche senza di me. Cosa mi ha detto Cassano? Si è messo a ridere“.

– Video Tapiro d’Oro ad Ibrahimovic –

Galliani prova a minimizzare l’episodio e chiede esplicitamente che la sanzione sia ridotta a due giornate:

“Ho rivisto le immagini, quello di Ibrahimovic era un buffetto, si tratta di condotta antisportiva ma non violenta. Per me sarebbero due giornate quindi, ma non faccio il giudice sportivo purtroppo. Abbiamo fatto ricorso, vedremo. Col giocatore ho un buonissimo rapporto mi aveva chiesto di chiamarlo appena ci sarebbero state notizie. Era dispiaciuto ma l’ho rincuorato. Nei prossimi otto giorni giochiamo tre partite in tre competizioni diverse e lui giocherà due su tre. Con la Juve i rapporti con loro sono buonissimi, come campioni d’Italia è giusto che noi siamo i favoriti, gli infortuni però ci penalizzano, con tutti questi giocatori in infermeria credo che i favoriti siano quelli della Juve”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Lippi: “Non mi dispiacerebbe tornare al Napoli”

Viareggio Cup 2012, risultati del 6 febbraio 2012: la Juve parte con la goleada