Palermo, Zamparini ai tifosi: "Così non ci aiutate a rimanere in Serie A"


Maurizio Zamparini reagisce. Dopo la contestazione nei suoi confronti portata avanti dai tifosi rosanero, il presidente del Palermo attraverso una nota pubblicata sul sito ufficiale del club, critica fortemente l'atteggiamento dei supporter siciliani.
La contestazione all'imprenditore, ex patron del Venezia, va avanti da qualche mese. Prima i cori al Renzo Barbera, poi, qualche giorno fa, gli sputi e gli insulti a lui rivolti in occasione del primo allenamento di Alberto Malesani, allenatore chiamato in corsa da Zamparini al posto di Gasperini, a sua volta ingaggiato a settembre al posto di Sonnino.
Nonostante i tanti cambi in panchina e i non pochi acquisti nel mercato di gennaio, la situazione del Palermo in classifica diventa sempre più difficile. Ultimo posto a pari punti (18) con il Siena (che però in campionato è partito con 6 punti di penalizzazione) e a quattro lunghezze dalla salvezza. Peggiore attacco delle Serie A, insieme all'Atalanta.
Ieri dopo il pareggio in casa contro il Pescara un gruppo di tifosi si è fermato nel piazzale antistante lo stadio Renzo Barbera per contestare società e squadra. Durante la gara - vera sfida salvezza - i supporter rosanero hanno intonato cori contro lo stesso Zamparini.

Ecco, dunque, la replica diffusa oggi pomeriggio dal vulcanico presidente:

Leggo attonito ll fantacalcio Palermo/Zamparini.
Dopo 10 anni di amore per questa città pensavo di essere conosciuto.
Non ho mai fatto il calcio per interesse.
E’ vero che è facile salire sul carro dei vincitori e tirare sassi ai perdenti: ma io non sono un perdente.
Voglio che il Palermo si salvi (80% possibilità secondo me)
Se non si salvasse risalirebbe in fretta. Voi non aiutate la squadra a restare in serie A con il Vostro atteggiamento negativo.
La squadra ha bisogno di amore e qualcuno semina odio. Questo può portare alla serie B.



Zamparini ha inoltre aggiornato la piazza sui movimenti societari, escludendo peraltro l'ipotesi di un ritorno di Pietro Lo Monaco (nella foto insieme), allontanato contestualmente a Gasperini 7 giorni fa:

Lo Monaco non tornerà a Palermo.
Il fondo arabo che già ha da un anno i contatti con me mi ha confermato la Sua volontà di ingresso in società se il Palermo resterà in serie A, ma solo con il riferimento dell’imprenditore Zamparini.
Questi sono fatti che tanti di Voi non meritano.
Questi fatti per quelli di Voi negativi sono “invenzioni”.

Infine, la rivendicazione di lealtà e l'appello ai tifosi:

Io non sono una invenzione. Ho 72 anni, onestà – serietà- trasparenza- amore sono sempre stati i miei valori: vedete di meritarli!!


Foto | Getty Images

  • shares
  • +1
  • Mail