Champions League, Bayern Monaco - Juventus, Antonio Conte: "Siamo ancora due o tre livelli sotto le grandi squadre europee"

L'impressione è che in casa Juventus abbiano accolto la notizia del sorteggio riguardante la Champions League con realismo ed estrema mitezza. Il Bayern Monaco, la squadra che i bianconeri incontreranno nei quarti di finale, è un avversario impossibile da sottovalutare ma da parte della Juve trapela anche lo spirito di volersela giocare fino in fondo.

A dire il vero, una persona che ha messo parzialmente le mani avanti c'è e risponde al nome di Antonio Conte. L'allenatore, nonostante la sua squadra finora abbia regalato soltanto soddisfazioni nella massima competizione continentale, non ritiene la Juventus ancora in grado di conquistare lo scettro di regina d'Europa e l'ha ribadito pubblicamente una nuova volta.

Per l'allenatore, la Juventus necessita di ulteriori tasselli per poter competere ad armi pari con le big europee:

La Champions? Dobbiamo lavorare sodo e investire un po' di soldi. Siamo ancora due o tre livelli sotto le grandi squadre. Abbiamo voglia e orgoglio di continuare questo sogno, ma lo facciamo in maniera serena.

Riguardo il Bayern Monaco, Conte ci tiene a sottolineare il prestigio di questa partita:

Eravamo consapevoli che i quarti di finale ci avrebbero messo di fronte ad una sfida impegnativa. Il Bayern che rappresenta da sempre una delle certezze assolute a livello europeo e avrà il vantaggio di disputare la sfida con la grande esperienza accumulata negli anni e con la mente libera dal campionato, dove è in testa con un vantaggio di 20 punti. La sfida sarà sicuramente stimolante e la vivremo con la massima serenità, concentrazione e gioia. Stiamo coltivando un sogno e vogliamo vivere fino alla fine questa esperienza. L'anno scorso abbiamo assistito alla Champions dal divano di casa nostra. Quest’anno siamo tornati a recitare un ruolo da protagonisti.

Anche il dirigente bianconero, Pavel Nedved, ha praticamente sottoscritto le parole di Conte, elogiando l'avversario e manifestando la soddisfazione di essere l'unica squadra italiana rimasta in Champions League:

I tedeschi sono abituati a giocare da anni in questo palcoscenico, hanno grandissima esperienza e sono molto forti. Noi siamo già contenti di esserci, dopo tutto quello che c'è capitato in questi anni, dobbiamo vivere con gioia il fatto di essere tra le otto più forti e siamo orgogliosi di aiutare l'Italia nel ranking europeo. Ci prepareremo con grandissima umiltà e rispetto dell'avversario, ma dovremo andare in campo con la mente libera, sapendo che ci giochiamo qualcosa di importante e consapevoli della nostra forza.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: