Roma - Verona: scontri, steward feriti e pullman dei veneti assaltato

Roma - Hellas Verona è stata una bella partita, vinta con merito dai giallorossi di Rudi Garcia, autori di un'ottima prestazione contro una squadra che era riuscita a sorprendere il Milan nella prima giornata. Purtroppo le cose belle si sono viste solo sul rettangolo verde, perché fuori è stato un disastro su tutta la linea. Già nel primo pomeriggio la Polizia è stata costretta ad intervenire nei pressi della Curva Nord per evitare gli scontri tra i tifosi veronesi e quelli della Roma, lanciando anche dei lacrimogeni per disperdere la folla.

Durante questo intervento delle forze dell'ordine sono stati fermati due tifosi romanisti, uno poi anche arrestato, ed altri due sono stati denunciati perché in possesso rispettivamente di un coltello e di due bombe carta. La tensione non è finita però con le "cariche di alleggerimento", perché nella fase di pre-filtraggio del settore ospiti sono rimasti feriti ben 8 steward che si occupano del servizio d'ordine dell'Olimpico di Roma, di cui uno trasportato in ambulanza al Policlinico Gemelli per accertamenti. Anche in questo caso un ultras del Verona è stato denunciato a piede libero per l'aggressione ad uno degli steward rimasti feriti.

I problemi però non sono finiti con l'inizio della partita, perché anche dopo il fischio finale un gruppo di facinorosi ha preso d'assalto il pullman del Verona con tutti i giocatori e lo staff a bordo, frantumando i vetri a sassate e colpi di spranga, spaventando moltissimo i veronesi, costretti a pernottare in albergo a Roma anche questa notte per consentire le opportune riparazioni del mezzo. Il presidente Maurizio Setti in serata ha diffuso un comunicato ufficiale per esprimere il proprio sdegno per il disdicevole episodio:

"E' un fatto di gravità inaudita, è spiacevole commentare certi episodi. Per miracolo non si è fatto male nessuno, esprimo solidarietà al nostro allenatore, allo staff tecnico e a tutti i calciatori presenti sul pullman che si sono spaventati tantissimo. Il calcio delle spranghe e delle pietre non ci appartiene, un fatto grave era già successo a Palermo contro i nostri tifosi e oggi si è ripetuto addirittura contro la squadra. Bisogna trovare dei rimedi e ci vogliono pene esemplari per chi adotta comportamenti delinquenziali".

Singolare che tutto questo pandemonio sia avvenuto proprio oggi, con la Curva Sud chiusa per i cori razzisti rivolti a Mario Balotelli durante Milan - Roma dello scorso campionato. Evidentemente le mele marcia non sono solo in curva, settore che paga sempre le colpe per tutti i tifosi maleducati ed incivili presenti anche negli altri settori.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: