Sampdoria - Genoa: i blucerchiati scoprono spia rossoblu

Sampdoria - Genoa. Ha un prologo di spionaggio il derby ligure valido per la terza giornata di andata della Serie A 2013-2014. Un ‘rambo’ rossoblu è stato beccato a metà mattinata sulla collina del Poggio, intento a spiare il campo superiore del “Mugnaini”, a Bogliasco, dove si stava allenando la Sampdoria di Delio Rossi. Il protagonista di questa pessima figura, è Luca De Prà, preparatore dei portieri dei baby del Genoa e nipote del famoso Giovanni De Prà, che con il Grifone vinse pure due scudetti. Quell’uomo vestito in tuta mimetica che se ne stava lì a spiare la tattica di Delio Rossi, ha subito messo in allarme Giorgio Ajazzone, team manager della Sampdoria, che dopo aver ‘sgamato’ lo spione, lo ha subito immortalato con una fotografia che tramite il sito ufficiale blucerchiato ha fatto subito il giro del Mondo via web.

La brutta figura per il club di Enrico Preziosi sta viaggiando chiaramente a mille all’ora su Internet, dove le community blucerchiate hanno fatto partire la gara al migliore sfottò nei confronti dei ‘cugini’ genoani. Per la gara di domenica sera, inoltre, sarebbero già in preparazione degli striscioni a tema, che andranno a mettere il dito nella piaga del ‘Grifone’.

Per quel che riguarda lo sfortunato De Prà, dopo essere stato invitato ad allontanarsi dalla zona, è stato pure sospeso dal suo incarico dal Genoa, che negando di avere qualsiasi responsabilità nell’accaduto puntualizza che l’iniziativa del giovane allenatore è stata assolutamente personale e non conseguente ad un mandato societario.

"Il Genoa Cfc, con riferimento a quanto avvenuto questa mattina - si legge nella nota apparsa sul sito ufficiale del club rossoblu - precisa che nessun dirigente o componente lo staff tecnico ha dato mandato al signor Luca De Prà, preparatore portieri della Primavera, di seguire l’allenamento in programma a Bogliasco. Si è trattata di una iniziativa di carattere personale. Tale procedura non è mai stata utilizzata in passato e non fa parte del modus operandi ascrivibile al nostro club. La Società rende noto che il sig. De Prà è stato sospeso con effetto immediato dall’incarico in attesa che vengano fornite eventuali spiegazioni".

Episodio analogo avvenne lo scorso anno ad agosto, quando il tattico Concina e l'osservatore Nitti, entrambi tesserati con il Napoli, furono sorpresi dalla Juventus a spiare l'allenamento di Antonio Conte a Pechino, approfittando della confusione generata da una scolaresca cinese.

  • shares
  • +1
  • Mail