Il Siena Calcio non esiste più, fallisce anche il Padova

La fine di due importanti club italiani

L'Associazione Siena Calcio non è riuscita a iscriversi al campionato di Serie B. Per la Robur il termine ultimo per regolarizzare i pagamenti degli stipendi arretrati, e per perfezionare l'iscrizione al campionato di Serie B, scadeva nella giornata di martedì, alle 19, ma la società non ha provveduto agli obblighi. Scompare un'altra importante costola della Siena sportiva, dopo l'amarissimo epilogo della Mens Sana basket, travolta e affondata dagli scandali societari. Il club proverà a mettere insieme i cocci per formare una squadra e ripartire dal calcio dilettantistico. Ecco il comunicato pubblicato dalla società sul proprio sito ufficiale:

"Nonostante i molteplici, assidui tentativi svolti al fine di procurare l’iscrizione della squadra alla nuova stagione calcistica, non è stato possibile conseguire detto obiettivo, sebbene molteplici siano stati gli sforzi profusi e le aspettative riposte nelle plurime trattative intercorse con i soggetti dichiaratisi potenzialmente interessati al subentro nell’assetto proprietario della Società, di cui hanno dato ampia notizia anche gli organi di informazione. Conseguentemente, si procederà nell’immediatezza alla convocazione dell’assemblea straordinaria dei soci di Ac Siena spa per l’assunzione delle conseguenti delibere, volte a dare corso alle iniziative di legge a tutela del ceto creditorio.

Ac Siena spa"

Ce l'ha fatta, invece, il Varese che in B che ha presentato la fidejussione e gli altri documenti a dieci minuti dal termine perentorio delle 19. Stesso discorso per la Reggina i cui incartamenti ora dovranno essere visionati dalla Covisoc che entro due giorni darà il suo responso prima di cedere i documenti al Consiglio Federale di venerdì 18 luglio, da cui usciranno gli organici dei prossimi campionati di Serie B e Lega Pro. Nella prossima stagione la Serie B sarà a 21 squadre (a turno riposerà una alla volta, ogni domenica) perché nessun'altra formazione verrà ripescata dalla Lega Pro.

Scompare anche il Padova Calcio. Il club veneto non è riuscito a consegnare i documenti necessari alla Covisoc entro le 19.00 di martedì 15 luglio e non ha potuto integrare la domanda d'iscrizione al campionato di Lega Pro presentata l'11 luglio. Ecco il comunicato:

"Diego Penocchio, Presidente del Calcio Padova, comunica che, venuto meno all’ultimo istante l’apporto promesso da potenziali finanziatori e nonostante lo sforzo finanziario della Presidenza, la prima squadra non è stata iscritta al campionato di Lega Pro.
Ciò nondimeno la società Calcio Padova, consapevole del suo nome glorioso, per salvaguardare il patrimonio del settore giovanile provvederà a far sì che tale patrimonio non vada disperso e pertanto, almeno per il momento, proseguirà l’attività sportiva concentrandosi sul settore giovanile.
La complessa recente vicenda e l’inutile gioco delle parti di molti, unitamente all’epilogo dell’attività sportiva, hanno indotto la Presidenza a chiudere con il calcio malato".

Siena-Calcio

  • shares
  • Mail