Guinea Equatoriale-Ghana interrotta 40 minuti per incidenti [Video]

Ghana in finale di Coppa d’Africa, ma la semifinale contro la Guinea Equatoriale è stata interrotta dall’arbitro per 40 minuti causa incidenti. Il match è stato sospeso dal direttore di gara al minuto 82, sul punteggio di 3-0 a favore dei ghanesi. A gara sostanzialmente decisa, dunque, i sostenitori della nazionale di casa, hanno avviato un fitto lancio di oggetti all’indirizzo dei tifosi ghanesi, che in un primo momento hanno provato a ripararsi sotto la tribuna, poi direttamente in campo. Nonostante ciò, gli incidenti sono proseguiti per diversi minuti, tanto da convincere le autorità locali a far decollare un elicottero sopra lo stadio per riportare la calma.

Una volta in campo, steward e polizia hanno cercato di proteggere i tifosi ospiti dal lancio di oggetti ed agevolarne eventualmente l’uscita dallo stadio. Gli incidenti sono continuati anche fuori l’impianto Malabo, con gli ultras guineani che hanno cercato insistentemente il contatto con i ghanesi e con la polizia. Gli agenti hanno fatto ricorso all’uso dei lacrimogeni, fino a quando non sono riusciti a garantire l’incolumità degli ospiti. In campo nel frattempo, gli altoparlanti hanno continuato ininterrottamente a ritornare nei ranghi, mentre le due squadre si sono riparate nella parte centrale del campo, lontano dalla gittata degli oggetti lanciati dai tifosi.

FBL-AFR-2015-MATCH30-GEQ-GHA

Dopo circa 40 minuti, il direttore di gara ha deciso di far riprendere la partite per disputare gli ultimi 8 minuti di gioco. Per la Guinea Equatoriale, sotto di tre gol - le marcature del Ghana portano la firma di Jordan Ayew su rigore, Wakaso e André Ayew - non c’è stato chiaramente nulla da fare, ma oltre alla sconfitta sportiva, questa sera ha perso un’intera nazione. Sulla vicenda, ovviamente, ci sono stati diversi commenti su Twitter da parte di calciatori e addetti ai lavori. Tra gli altri, Kwadwo Asamoah, nazionale ghanese ai box per infortunio, ha “cinguettato”: "Scene imbarazzanti! Spero che tutti stiano bene".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail