Milan-Cesena 2-0 | Telecronache di Crudeli e Pellegatti, radiocronaca di Repice, interviste e statistiche - Video

La vittoria dei rossoneri commentata in diretta

Milan-Cesena 2-0 | Le Foto


Milan-Cesena 2-0 | Le Foto
Milan-Cesena 2-0 | Le Foto
Milan-Cesena 2-0 | Le Foto
Milan-Cesena 2-0 | Le Foto
Milan-Cesena 2-0 | Le Foto
Milan-Cesena 2-0 | Le Foto
Milan-Cesena 2-0 | Le Foto
Milan-Cesena 2-0 | Le Foto
Milan-Cesena 2-0 | Le Foto
Milan-Cesena 2-0 | Le Foto

Il Milan torna alla vittoria, nonostante una prova non certo brillante offerta dalla formazione di Pippo Inzaghi contro il Cesena. I rossoneri vincono in maniera cinica contro un Cesena che paga i suoi errori. Il Milan gioca contratto, ma va in vantaggio con "Jack" Bonaventura al 22' da una ripartenza dopo l'errore dei bianconeri che perdono palla a centrocampo. Nella ripresa Abbiati nega il pareggio a De Feudis, poi Giampaolo Pazzini trasforma il rigore che consente al Diavolo di ottenere tre punti importanti.

CLICCA QUI PER LA TELECRONACA DI CARLO PELLEGATTI

Numeri e curiosità - Salgono a 24 i precedenti tra Milan e Cesena: 15 vittorie rossonere, solo cinque quelle bianconere. In Serie A, il Milan non ha mai perso in casa contro il Cesena (10V, 2N). I romagnoli hanno segnato un solo gol negli 11 incontri di Serie A disputati in casa del Milan: nel maggio 1976. Il Milan ha vinto solo due delle ultime nove partite di campionato. Il Cesena subisce gol da 23 partite consecutive di campionato: per i romagnoli è la peggior striscia di gare senza la porta inviolata nella loro storia in Serie A. Il Cesena ha realizzato solo un gol nel primo quarto d’ora di gioco, un primato negativo condiviso con la Fiorentina. Il Milan è, con l’Udinese, la squadra che ha perso più punti da situazione di vantaggio, 16.

Le parole di Inzaghi a fine partita:

"Abbiamo vinto giocando un buon calcio, usciamo dalla gara con fiducia e questo ci aiuterà. Servono due o tre vittorie di fila per tornare in pista, possiamo riuscirci. So della stima del presidente, sono il primo a stare male quando il Milan non va bene. Metto a disposizione del club la mia passione e le mie conoscenze. Berlusconi forse è troppo buono con me, mi chiama tutti i giorni per incoraggiarmi. È’ un uomo intelligente, mi è stato vicino nei momento difficili”.

Le impressioni di Di Carlo:

"Nei primi 20' non abbiamo fatto bene, il Milan ne ha approfittato e con il primo tiro in porta ha fatto gol. Abbiati ha fatto una parata da campione sul finire del primo tempo. Oggi il Milan ha sfruttato al meglio le capacità dei propri calciatori. Parma? Speriamo non falsi il campionato questo caso. Dobbiamo fare in modo che abbiano la possibilità di giocarsela fino alla fine. Noi in queste due partite pensavamo di fare 0 punti, ne abbiamo fatto 1. Domenica giocheremo con l'Udinese e dobbiamo trovare le motivazioni per ripartire. Rigore? C'è poco da vedere. Antonelli è scivolato ed ha preso il rigore".

Tabellino


MILAN Abbiati; Bonera, Rami, Bocchetti, Antonelli; Poli, De Jong, Montolivo (80' Van Ginkel); Bonaventura; Menez (86' Menez), Destro (63' Pazzini).
A disposizione: Gori, Donnarumma, Alex, De Santis, Felicioli, Essien, Muntari, Suso, Van Ginkel, Honda, Cerci, Pazzini.
Allenatore: Filippo Inzaghi.

CESENA Leali; Nica (65' Capelli), Lucchini, Volta, Renzetti; Giorgi, De Feudis (74' Carbonero), Zé Eduardo (42' Mudingayi); Brienza; Defrel, Djuric.
A disposizione: Agliardi, Bressan, Capelli, Kranjc, Magnusson, Carbonero, Mudingayi, Dalmonte, Succi, Rodriguez.
Allenatore: Domenico Di Carlo.

Marcatori: 22' Bonaventura, 89' rig. Pazzini.

Note: ammoniti Bocchetti (M), Lucchini, Nica, Volta, Giorgi, Carbonero (C).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail