Milan, caso Muntari: niente Palermo, ecco perché

Sulley Muntari ha chiesto di non essere convocato per la trasferta di Palermo e il Milan lo ha accontentato. La richiesta del centrocampista ghanese è giunta dopo aver appreso dalla società rossonera di non essere più nei piani societari per la prossima stagione. In un primo momento si era pensato ad una sorta di volontà di prolungare le ferie pasquali, ma a chiarire tutto ci ha pensato l’agente Federico Pastorello, che con un tweet ha spiegato le reali motivazioni per le quali Muntari ha chiesto, e ottenuto, di non essere convocato per la prossima partita di campionato con il Milan.

“@MuntariOfficial ha chiesto di non essere convocato - scrive Pastorello sul proprio profiulo Twitter - , visto che non rientra nei piani tecnici per la prossima stagione. @acmilan ha dato l'ok.”

Juventus FC v AC Milan - Serie A

Dopo una serie di prestazioni negative e i fischi da parte del pubblico di San Siro, che ormai lo aveva preso letteralmente di mira, Muntari rompe in via definitiva con il club milanese. La società presieduta da Silvio Berlusconi gli ha fatto capire senza mezzi termini di non voler più puntare su di lui e l’ex l’Inter non l’ha presa affatto bene. Ora si prospettano due mesi da separato in casa per Muntari che dovrà trovare con l’ad Adriano Galliani l’intesa per l’interruzione anticipata del rapporto. Il centrocampista, infatti, ha un contratto in essere fino al giugno del 2016: se Muntari non troverà presto un’altra squadra disposta a rilevare il suo cartellino dal Milan, si andrà molto probabilmente perso una rescissione consensuale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail