La maledizione di Ramsey colpisce ancora: segna e muore Bowie

La “maledizione di Ramsey” colpisce ancora: il centrocampista gallese dell’Arsenal vede legarsi le sue realizzazioni a celebri decessi, per ultimo quello di David Bowie. Aaron Ramsey va in gol e una celebrità lascia la vita terrena: la serie è iniziata nel 2011 con Bin Laden, poi negli anni a “farne le spese” sono stati anche Steve Jobs e il colonnello Gheddafi.

Tra le morti celebri legate ai gol di Ramsey, ci sono quella della cantante Whitney Houston, che viene trovata morta per overdose il 12 febbraio del 2012, all’indomani della marcatura del gallese contro il Sunderland. Il 15 maggio del 2013 Ramsey segna al Wigan e il giorno dopo muore il dittatore argentino Jorge Videla. Il 30 novembre 2013, il ‘Gunner’ segna contro il Cardiff e il giorno dopo si registra il decesso dell’attore Paul Walker, morto in seguito ad un incidente stradale.

Il 10 agosto 2014 il gol contro il Manchester City, cui seguì il dì seguente la morte di Robin Williams, attore hollywoodiano impiccatosi presso la propria abitazione. L’ultimo è il decesso di David Bowie, il ‘Duca Bianco’ che “paga” la rete messa a segno da Ramsey in FA Cup contro il Sunderland.

Aaron Ramsey


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1265 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO