Palermo nuovo scossone: Gerolin non è più ds

Palermo senza pace: dopo la scoppola rimediata contro la Roma lo scorso weekend, il presidente Maurizio Zamparini ha deciso di allontanare il direttore sportivo Manuel Gerolin. La conferma arriva per bocca dello stesso patron rosanero, che alla vigilia della gara casalinga contro il Bologna se la prende anche con Guillermo Barros Schelotto, tecnico argentino che è stato sulla panchina del Palermo solo per pochi giorni:

"Schelotto mi ha rovinato - accusa Zamparini - . Mi sono arrabbiato con gli amici perché pensavo fossero artefici della sua partenza, in realtà erano vittime come il sottoscritto. Schelotto è andato via per le voci che lo volevano al Boca; poi il Boca ha vinto e lui è rimasto senza panchina. Un danno incalcolabile".

Quanto all’allontanamento di Gerolin, la notizia era nell’aria da giorni, ma per ufficializzare al diretto interessato la decisione, Zamparini ha atteso che rientrasse da una trasferta in Sudamerica. Il direttore sportivo non sarà comunque licenziato, ma sarà “retrocesso” all’incarico di capo degli osservatori giusto per tenerlo lontano dalla prima squadra, visto che con Beppe Iachini il rapporto ormai non si può più ricucire:

"Gerolin? E' appena rientrato dall'Argentina dove ha visionato diversi giocatori. Non è più il ds - ammette il presidente del Palermo - ma il capo degli osservatori. Siccome non aveva un buon rapporto con Iachini, rimane a casa per evitare ogni attrito".

Manuel Gerolin

Dopo i tanti cambi di allenatore e la classifica che si è inevitabilmente complicata, Zamparini ha deciso di dare stabilità alla squadra, richiamando Iachini e affidandogli sostanzialmente tutta la gestone sportiva. A giugno poi si vedrà…

"Iachini? Decide tutto lui - prosegue Zamparini - . La salvezza è nelle sue mani. Se ci riesce si prende le soddisfazioni, altrimenti sono c... suoi. Spero che Iachini riesca a fare quello che Donadoni ha fatto a Bologna. Devo ammettere che ho paura per come si stanno mettendo le cose, perché pur essendo superiori a chi ci sta dietro, temo ci manchi l’atteggiamento giusto e un po’ di fortuna, quella che ha assistito il Frosinone ad Empoli. E ho paura perché 3 anni fa sono retrocesso con un Palermo più forte di questo".

E dopo aver affidato tutto nelle mani del tecnico, arriva anche qualche bordata, in pieno stile Zamparini:

"Non riesco a capire perché Iachini non butti in campo Balogh. Probabilmente andrà agli Europei ma da noi è tra i desaparecidos pur avendolo pagato 5 milioni. Gilardino l'ho preso perché è un campione, sia pure in età, come Totti. E come un buon cognac, va sorseggiato. Vazquez? Me lo hanno chiesto dall’Inghilterra. Lui vuole una big e spero che possa rimanere in Italia, magari alla Juventus o al Milan".

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO