Di Marzio: "Nel 2002 avevo portato Ronaldo alla Juve"

Gianni Di Marzio è da poche ore un nuovo consulente del Palermo: lo ha voluto fortemente Maurizio Zamparini, patron dei rosanero, che con l’ex allenatore e dirigente ha lavorato assieme con ottimi risultati già a Venezia. Allora, nelle vesti di direttore sportivo, Di Marzio partecipò alla storica promozione in Serie A dei veneti.

Di Marzio, oggi 76 anni, ha avuto tantissime esperienze nella sua lunga carriera e tra queste, vi è anche un ruolo di responsabile per il mercato estero della Juventus. La Vecchia Signora decise nel 2001 di affidarsi alle sue competenze e alla sua fitta rete di contatti, per rastrellare il mercato internazionale a caccia di talenti in grado di rendere grande la Juve. Ebbene, come racconta al quotidiano ‘La Repubblica’ il diretto interessato, tra i nomi segnalati alla dirigenza bianconera da Di Marzio, ci sono diversi top player:

“I nomi? Ibrahimovic, Tevez tra quello che sono poi finiti alla Juve, ma avevo segnalato Mascherano e nel 2002 Cristiano Ronaldo. Lo vidi in una partita tra Sporting Lisbona e Belenenses, parlai con il ragazzo e con la madre e il giorno dopo Cristiano era a Torino per le visite mediche. Poi però il portoghese prese altre strade”.

La storia di Ronaldo e la Juventus è ormai nota, poiché confermata dal dg bianconero di allora, Luciano Moggi: il portoghese doveva firmare per la Juventus, ma poiché il cileno Salas non accettò di fare da contropartita rifiutando lo Sporting, finì al Manchester United. Un vero peccato e un grande rimpianto da parte dei tifosi juventini: chissà come sarebbe andata la storia se CR7 avesse davvero firmato per Madama.

Cristiano Ronaldo

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail