Mondiali 2018: la Germania eliminata dovrà pagare l'albergo fino alla finale

germania albergo mondiali

Una vera e propria autogufata quella della Germania: i campioni del mondo in carica, ancora per qualche giorno, dovranno pagare l’albergo scelto per il ritiro Mondiale fino alla finale. Il danno e la beffa per i tedeschi, eliminati al primo turno dopo la partita persa ieri contro la Corea del Sud. Il ct Loew e i suoi calciatori hanno ripreso l’aereo per raggiungere le rispettive famiglie e andare in vacanza, ma on loro la stampa nazionale e internazionale è stata letteralmente impietosa. Ci si aspettava decisamente di più da chi ha vinto il Mondiale solo quattro anni fa, un gruppo importante e per giunta rafforzato da tanti giovani che giocano già in importanti top club europei.

Ne faranno le spese tanti senatori, che non avranno probabilmente più la possibilità di essere chiamati in nazionale, ma intanto a pagare concretamente la federazione teutonica, che quasi “spavaldamente” aveva prenotato l’albergo fino alla fine della competizione. Così sicuri di arrivare fino in fondo, i tedeschi sono invece finiti ultimi nel proprio girone, rimediando due sconfitte in tre partite, ma ora la DFB dovrà corrispondere alla proprietà dell’hotel tutti i giorni e le notti che mancano da qui alla finale di Mosca.

La Germania paga la sua stessa spavalderia?


Sì, perché nel piano tedesco il fallimento non era minimamente contemplato, tanto che non era stata definita con l’albergo nemmeno una penale o comunque un piano B in caso di eliminata anticipata, che avrebbe comunque consentito di risparmiare qualcosa. La faranno franca sostanzialmente Kroos e soci, che sicuramente avrebbero percepito un lauto premio in denaro qualora fossero riusciti a portare ancora una volta la coppa in Germania, ma che invece non dovranno risarcire la federazione per la debacle che nessuno avrebbe pronosticato alla vigilia di Russia 2018.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail