Belgio: scoppia Calciopoli, perquisite sedi di club importanti, arrestato Mogi

L’indagine partita dai trasferimenti di calciatori e partite sospette

belgio calciopoli

Anche il Belgio ha la sua Calciopoli. La polizia ha effettuato perquisizioni all’interno delle sedi dei più importanti club nell’ambito di un’indagine relativa ai trasferimenti di calciatori e partite che potrebbero essere state truccate. In manette è finito Mogi Bayat, ex manager dello Sporting Charleroi e agente attorno a cui ruoterebbe tutto lo scandalo. Secondo quanto riferiscono i media belgi, tra i club finiti sotto la lente degli inquirenti ci sarebbero Anderlecht, Club Brugge e Standard Liegi. Il quotidiano 'Le Soir' sottolinea che la polizia abbia sequestrato i contratti di Obbi Oulare, Michel Preudhomme e Dino Arslanagic, tutti collegati a Bayat.

Oltre all’ex manager dello Charleroi sono finiti in manette Herman Van Holsbeeck, ex manager dell'Anderlecht, l’allenatore del Club Brugge, Ivan Leko, e gli arbitri Bart Vertenten e Sebastien Delferiere. Stando ad un approfondimento del quotidiano De Standaard, al centro dell’inchiesta vi sarebbero alcune frodi finanziarie e riciclaggio di denaro. L’indagine è stata estesa anche oltre i confini del Belgio con perquisizioni effettuate da circa 220 agenti anche in Francia, Lussemburgo, Cipro, Montenegro, Serbia e Macedonia.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 164 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail