Barcellona e Real Madrid nel mirino dell'UE: presunti aiuti di stato indebiti

La Commissione europea ha messo nel mirino alcuni dei più blasonati club di Liga spagnola, che avrebbero ottenuto aiuti di stato non consentiti dalle attuali norme vigenti. Ovviamente, a fare rumore è la presenza soprattutto di Real Madrid e Barcellona tra le squadre coinvolte, ma si indaga anche su Athletic Bilbao, Osasuna, Valencia, Hercules Alicante ed Elche. Nei confronti di queste società, verrà aperta un’inchiesta ufficiale con lo scopo di chiarire se gli aiuti di stato ottenuti dal governo iberico siano stati legali o meno. A riferire la notizia è il ministro degli Esteri spagnolo Garcia-Margallo.

Ovviamente, la questione è più delicata per i due maggiori club della Liga, non fosse altro per il maggior prestigio e per il business che ruota attorno a questi due nomi. Nel mirino dell’UE, ci sarebbe anche una permuta di terreni per la costruzione della Ciudad Deportiva delle ‘Merengues’. L’attenzione della Commissione Europea nei confronti degli aiuti di stato ai club di calcio è alta da tempo e sta trovando fin qui anche la collaborazione delle rispettive autorità nazionali.

Il Governo spagnolo, dal canto proprio, ha già dato la propria disponibilità a collaborare con l’autorità comunitaria, anche se si è detto sicuro di non aver commesso alcuna irregolarità.

"E' ovvio che il Governo - le parole del ministro Garcia-Margallo - darà battaglia a difesa dei club coinvolti".

Nel contempo, è scesa in campo anche la Lega nazionale iberica che con un comunicato ha espresso solidarietà e sostegno a Real, Barcellona e alle altre squadre coinvolte, e ha ribadito la totale fiducia in quanto fatto dal governo spagnolo. Nei prossimi giorni, di sicuro entro fine settimana, la Commissione europea notificherà ufficialmente l’apertura dell’inchiesta.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail