Razzismo: il Deinster si colora di nero per protesta

La squadra tedesca del Deinster si colora di nero per dire no al razzismo. È la singolare protesta del club dilettantistico della Bassa Sassonia, che ha deciso di reagire così dopo l’aggressione avvenuta alla vigilia di Pasqua ai danni dei suoi tesserati, i sudanesi Emad Babiker e Amar Alnor. I due calciatori sono stati aggrediti, insultati e picchiati per via del loro colore della pelle.

Per questo motivo, tutta la rosa del Deinster SV, ha deciso di far ritoccare la foto di squadra con Photoshop: ciascun calciatore appare ora con la pelle nera in segno di solidarietà nei confronti dei due compagni giunti in Germania da rifugiati e in seguito aggregati alla squadra. Dopo essere stata pubblicata sulla pagina Facebook ufficiale del club, la foto ha ricevuto nel giro di poche ore qualcosa come 12.000 Like.

Un attestato di stima che si aggiunge alle centinaia di messaggi di solidarietà che il portavoce del Deinster SV, Frank Sandmann, conferma siano giunti in società. Intanto, la polizia locale continua le indagini per individuare i colpevoli del pestaggio ai danni dei due giocatori sudanesi.

Deinster

  • shares
  • Mail