Un cartoon ironizza sul rigore non dato al Barcellona contro l'Atletico | Video

Champions League. Continua a far discutere, e non poco, il rigore non concesso da Rizzoli al Barcellona nel match di ritorno dei quarti di finale contro l'Atletico Madrid che ha decretato l'eliminazione dei campioni in carica, sconfitti 2-0.

L'episodio vede protagonisti Iniesta e Gabi nei convulsi minuti finali. Il cross del fantasista blaugrana viene respinto nettamente con il braccio dal capitano dell'Atletico. In diretta, il fallo sembrava fuori area poi, i numerosi replay, hanno chiarito quanto la decisione di Rizzoli di concedere un calcio di punizione fosse totalmente errata e tale da giustificare le veementi proteste dei catalani.

Non manca, ovviamente, chi ironizza sul mancato penalty. Vi segnaliamo, in particolare, un video parodia realizzato da 442oons, canale satirico sul mondo del calcio che vanta oltre mezzo milioni di iscritti su YouTube e che possiamo associare, nello stile dei contenuti, ai nostri AutoGol.

rizzoli-rigore-atletico-barcellona.jpg

442oons ipotizza varie teorie alla base dell'errata decisione di Rizzoli. Tre in particolare sono davvero simpatiche. Nella prima, l'arbitro italiano viene raggiunto al telefono da una chiamata di Fernando Torres. L'attaccante, espulso nella gara di andata, ha in ostaggio una donna e minaccia di ucciderla qualora l'arbitro concedesse il rigore al Barcellona

L'altra vede Iniesta accettare benevolmente la decisione con Rizzoli che gli ricorda la mancata espulsione sul fallo di mano commesso dallo stesso fantasista nel precedente rigore trasformato da Griezmann per il 2-0. L'ultima, infine, ha per protagonista Cristiano Ronaldo travestito con le sembianze del fischietto azzurro.

C'è tuttavia un particolare che non mi è affatto piaciuto nel video ovvero l'inequivocabile simbolo presente sulla cover del telefonino di Rizzoli griffato con la bandiera italiana. Un'offesa alla nostra nazione che, francamente, 442oons si poteva risparmiare...

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail