Atalanta, Spinazzola tende una mano ai tifosi: "Chiedo scusa"

Domenica si giocherà Atalanta-Juventus. Non una sfida qualsiasi per Leonardo Spinazzola, protagonista di un tormentone estivo di calciomercato. Lui voleva tornare alla Juventus e i bianconeri erano pronto ad accoglierlo, ma l'Atalanta non ha ceduto. Il giocatore è stato anche messo fuori rosa all'inizio della stagione, ma alla fine si è rassegnato davanti alla fermissima volontà del club. Proprio a Spinazzola è toccato il compito di parlare della prossima sfida contro la Juve attraverso il sito ufficiale dell'Atalanta: "Domenica abbiamo la Juventus, ieri abbiamo fatto una partita sotto l’aspetto caratteriale di cuore, adesso abbiamo solo due giorni per preparare questa partita. Ci tengo a scusarmi con tutti i tifosi, i compagni e la società, perché so quello che fanno e quello che hanno fatto per me. Non volevo far passare questo messaggio di poco rispetto nei confronti di tutta la città. Darò sempre il massimo per questa maglia come ho sempre fatto".

L'Atalanta sarà sicuramente a corto di energie dopo le fatiche di Europa League, ma potrà anche contare su una carica di entusiasmo per il bel risultato ottenuto in trasferta contro il Lione. Questo il commento di Spinazzola: "Sapevamo che il Lione è una grande squadra e dovevamo soffrire, siamo stati bravi a metterci tutto l’impegno e il cuore, perché era difficile da portare a casa un punto da quello stadio, perché loro hanno grandi individualità. Ci siamo riusciti e il merito va a noi. Siamo stati molto bravi nel secondo tempo abbiamo reagito subito. È un peccato aver preso gol al quarantacinquesimo, dentro gli spogliatoi si sentiva il rammarico di aver preso gol. Da grande squadra siamo saliti a pressarli, volevamo fare il risultato. È stata una grandissima emozione, lo stadio è bellissimo, gli stadi fuori dall’Italia sono devastanti, i tifosi ci hanno dato una grande spinta".

  • shares
  • Mail