Ronaldo alla Juve? Il procuratore Mendes convocato d'urgenza da Perez

Jorge Mendes era all'estero ed è stato richiamato a Madrid.

Cristiano Ronaldo e il suo procuratore Jorge Mendes

Ore di trepidante attesa in casa Juventus con i tifosi scatenati sui social tra ironia e speranza: Cristiano Ronaldo arriverà o no a Torino? Probabilmente già entro oggi potrebbero arrivare notizie importanti, perché ieri, in tarda serata, si è diffusa la voce di una convocazione del procuratore Jorge Mendes da parte del Presidente del Real Madrid Florentino Perez. Si tratterebbe di un incontro "d'urgenza" tra i due, che potrebbe portare a una svolta: o pace fatta, con più soldi per CR7 da parte dei Blancos, o rottura definitiva.

Mendes pare che fosse all'estero e non si sa ancora quando si svolgerà il meeting con Perez, a meno che non sia già avvenuto tra la notte di ieri e la mattina di oggi. Intanto Marca scrive che per il momento non è arrivata alcuna offerta al Real per CR7, ma le merengues sarebbero pronte a facilitare l'addio del campione, rinunciando alla clausola di un miliardo presente nel contratto che lo lega a loro fino al 2021. Tuttavia la futura squadra di Ronaldo deve spendere almeno 100 milioni di euro e non può essere il Barcellona, perché il Real lo cederebbe a chiunque tranne ai blaugrana.

La Juventus sarebbe incoraggiata a spendere la seppur esorbitante cifra dai riscontri che sta avendo in queste ore, in particolare dalla Borsa: il titolo ieri ha chiuso a oltre il 7% di rialzo, un record per la società bianconera.

Chi è Jorge Mendes, il procuratore di Cristiano Ronaldo


Jorge Mendes, il procuratore di Cristiano Ronaldo

Per Cristiano Ronaldo Jorge Mendes è molto più di un procuratore e un manager: è un fratello. In fondo è grazie a lui che CR7 resta saldamente nelle prime posizioni della classifica degli sportivi più pagati al mondo, unico europeo a poter competere con i pugili americani o i campioni della NBA, anche se di recente è sceso al terzo posto ed è stato superato anche dall'eterno rivale Leo Messi e di certo l'uscita del Portogallo dal Mondiale agli ottavi non lo aiuta, ma insomma, non può di certo lamentarsi.

Mendes, tra i suoi clienti, ha anche quel Jose Mourinho con cui CR7 non andava molto d'accordo ai tempi in cui l'allenatore portoghese sedeva sulla panchina del Real, ma il rapporto tra il calciatore e il suo procuratore non si è mai incrinato e dunque continua a fidarsi ciecamente. In questi giorni lascia fare tutto a lui, mentre CR7 è in vacanza, non si sa ancora dove, forse in Brasile, dove sua madre Dolores sta inaugurando un nuovo locale, Casa Aveiro, o più probabilmente in qualche luogo lontano da fotografi e occhi indiscreti, con la compagna e i quattro figli.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail