Chelsea: Abramovich vuole vendere, prezzo 2 miliardi di sterline

Abramovich chelsea

Roman Abramovich avrebbe messo in vendita il Chelsea: la notizia giunge dai tabloid britannici, anche se al momento non trova conferme ufficiali. L’attuale patron del club londinese avrebbe deciso di passare la mano, ma chiede almeno 2 miliardi di euro. Si spiegherebbero così alcuni contatti che Abramovich avrebbe avuto di recente con la banca d'affari americana Raine Group. Un altro indizio, inoltre, sarebbe rappresentato dal mancato rinnovo del visto di soggiorno UK da parte dell’attuale presidente dei Blues.

Senza il visto di soggiorno aggiornato, in sostanza, Roman Abramovich non potrà fare affari in Gran Bretagna, nonostante abbia ottenuto la cittadinanza israeliana. E non è tutto, perché l’investimento di 1 miliardo di euro previsto per ristrutturare lo stadio di Stamford Bridge è stato congelato e per i tifosi si tratta di un segnale abbastanza chiaro della volontà dell’attuale patron di passare la mano. Secondo la ricostruzione del Sunday Times, Abramovich sarebbe dunque già alla richiesta di potenziali acquirenti al prezzo di 2 miliardi di euro, ossia il triplo di quanto incassato dalla precedente proprietà del Manchester United quando ha venduto i Red Devils nel 2006. Due miliardi è tra l’altro la stessa cifra che la proprietà del Liverpool avrebbe rifiutato nei giorni scorsi da un cugino dello sceicco Mansour, attuale proprietario del Manchester City.

Abramovich ha acquistato il Chelsea nell’estate del 2003 per 60 milioni di sterline. Sotto la sua presidenza, il club londinese ha conquistato, tra gli altri trofei, 5 Premier League e una Champions League.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail