Chelsea: tesseramenti irregolari, mercato bloccato per due sessioni?

La Fifa conferma l'indagine ma non fornisce ulteriori dettagli

chelsea tesseramenti irregolari mercato

Football Leaks rivela che il Chelsea di Maurizio Sarri e altri quattro club di Premier League rischiano di essere sanzionati con il blocco del mercato a causa del tesseramento irregolare di alcuni giovani calciatori. Non è propriamente una novità nei campionati top europei, visto che in passato già alcuni club della Liga Spagnola - Real, Atletico Madrid e Barcellona - sono stati sanzionati dalla Fifa proprio per questo motivo. Nello specifico, il Chelsea è finito nel mirino degli ispettori principalmente per il trasferimento di Bertrand Traoré all’Olympique Lione avvenuto nel 2017, ma in totale sarebbero ben 19 le operazioni di mercato dei Blues finite sotto la lente d’ingrandimento, di cui 13 riguarderebbero baby calciatori.

Traoré è stato messo sotto contratto quando aveva 15 anni e, stando alle rivelazioni di Football Leaks riportate da Mediapart, il club londinese avrebbe agevolato il trasferimento della famiglia in Inghilterra pagando al ragazzo le scuole e aiutando madre e fratello, pratiche ovviamente vietate dai regolamenti. Nonostante l’acquisto ufficiale di Traoré sia avvenuto nel 2014, ossia quando il baby calciatore aveva compiuto 18 anni, in realtà era a tutti gli effetti un calciatore del Chelsea da almeno due anni.

La Fifa avrebbe confermato l’indagine ai danni del club inglese, ma non fornisce ulteriori informazioni al riguardo. "Sono state avviate indagini sul Chelsea e su altri club inglesi. Non è possibile fornire ulteriori informazioni", fanno sapere gli ispettori, ma visti i precedenti, i Blues rischiano grosso: le possibili sanzioni vanno da 50.000 euro di multa alla sospensione del mercato fino a quattro sessioni (due anni). "Collaboriamo pienamente con la Fifa e abbiamo fornito prove a dimostrazione della conformità del nostro comportamento", la versione ufficiale del club di Londra, ma secondo le ipotesi più accreditate, il rischio è quello di due sessioni di mercato senza poter effettuare operazioni.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail