Juventus, Fernando Llorente ricorda l'inizio difficile: "Ho pensato di mollare ma il mister mi è stato vicino"

L'attaccante spagnolo, intervistato da La Gazzetta dello Sport.

Fernando Llorente, dopo i tanti gol segnati con la maglia dell'Athletic Bilbao, ha seriamente corso il rischio di diventare l'oggetto misterioso di quest'anno in casa Juventus. I bianconeri hanno rischiato di trovarsi a che fare nuovamente con un caso simile a quello di Nicklas Bendtner ma per fortuna il bis è stato scongiurato dall'allenatore Antonio Conte che ha saputo lavorare lentamente sul giocatore che, dal canto suo, ha ringraziato pubblicamente il suo tecnico in un'intervista concessa a La Gazzetta dello Sport.

L'attaccante di Pamplona si è finalmente sbloccato, realizzando due reti in campionato, l'ultima contro il Napoli, e due gol in Champions League, entrambi contro il Real Madrid. Con le sue ultimissime dichiarazioni, però, il giocatore 28enne ha confessato che, dopo l'inizio di stagione stentato, aveva pensato addirittura di arrendersi.

Ecco le sue affermazioni a riguardo con le quali Llorente ha anche "ringraziato" Fabio Quagliarella e Mirko Vucinic:

Gli infortuni di Quagliarella e Vucinic mi hanno dato l'opportunità di entrare in ritmo. Il primo periodo è stato difficile: il mio fisico non era abituato a lavorare così tanto. Pensavo di mollare, ma il mister mi è stato vicino.

Nonostante fosse stato sul punto di mollare, Llorente ha assicurato che non ha avuto, nemmeno per un attimo, l'intenzione di svestire la maglia bianconera, additando tutte le conseguenti voci di mercato unicamente alla stampa. Llorente, però, ha dimostrato di non voler negare assolutamente il fatto di aver trascorso un brutto periodo.

Le difficoltà sono state causate, oltre ai naturali problemi di ambientamento dovuti al cambio di nazione, anche dai pesanti carichi di lavoro ai quali Llorente non era affatto abituato. Il calciatore spagnolo ha ammesso che, da questo punto di vista, il momento più nero l'ha vissuto negli Stati Uniti, quando si è sentito completamente "scarico", sia a livello fisico che mentale.

Allontanare i pensieri negativi e continuare a lavorare: questa, in sintesi, è stata la ricetta di Fernando Llorente per scacciare la crisi. L'attaccante ha anche ringraziato Antonio Conte che l'ha rassicurato sul fatto che per abituarsi alla Serie A sarebbe servito più tempo del previsto, facendogli gli esempi di Michel Platini e Zinedine Zidane, e non facendogli mancare una fiducia costante nei suoi confronti.

Grazie ai suoi primi gol juventini, Llorente è rientrato anche nel giro della Nazionale spagnola. Riguardo il campionato in corso, infine, il calciatore ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

Non abbiamo mai mollato, e ora siamo a un punto dalla Roma. La Juve è così.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: