Milan: il primo sì ufficiale al nuovo stadio

Il nuovo stadio del Milan ha ottenuto il primo sì ufficiale: la Fondazione Fiera Milano, proprietaria dei suoli e dei padiglioni del Portello, ritiene il progetto rossonero come il migliore per riqualificare l’area. Alla società milanese, che Silvio Berlusconi sta vendendo in questi giorni a Bee Taechaubol, vengono chiesti anche approfondimenti ma ormai c’è l’investitura formale e si va verso la vittoria del bando. Dopo tre mesi, dunque, i tifosi rossoneri hanno in mano qualcosa di ‘tangibile’: a meno di sorprese dell’ultim’ora, il Milan avrà il nuovo stadio nel giro di un paio di stagioni e lo si costruirà al Portello.

Una vittoria importante per l’amministratore delegato Barbara Berlusconi, che lavora da tempo al progetto e che in questi mesi si è impegnata molto alla ricerca degli investitori che dovranno poi sovvenzionare la costruzione dell’impianto. Il progetto del nuovo stadio del Milan ha trovato il favore della Fondazione Fiera Milano, che lo preferisce al progetto del polo dell’innovazione e della tecnologia presentato dal gruppo Prelios. Ora non resta che provare a convincere alcuni residenti, che nel recente passato hanno manifestato contro la realizzazione della “casa rossonera” al Portello.

Il Comitato esecutivo di Fondazione Fiera Milano, dovrà ancora dare l’ok definitivo: oggi, infatti, è arrivata solo la conferma - accompagnata da una richiesta di approfondimenti su aspetti tecnici ed accordi economici - che il progetto presentato dalla dirigenza del Milan è quello con il più alto indice di gradimento. Se la burocrazia si rivelerà “amica”, nel giro di tre anni, i rossoneri potrebbero esordire in uno stadio finalmente tutto loro.

nuovo-stadio-milan-ok

  • shares
  • Mail