Milan: Mihajlovic peggio di Inzaghi

Il Milan di Mihajlovic peggio di quello di Inzaghi, almeno per il momento. Non è ancora tempo di bilanci, sia chiaro, ma dopo sei partite i numeri - che non mentono mai - dicono che il tecnico serbo non sta facendo meglio del suo predecessore. Il Milan rimane convalescente e nemmeno la cura di Sinisa Mihalovic sta dando i frutti sperati. C’è chi parla di un Milan più solido e concreto, ma se confrontiamo i dati con quello dello stesso periodo dello scorso anno, qualcosa non torna. Dopo sei partite, il Milan di Filippo Inzaghi aveva 11 punti in classifica, contro i 9 di oggi, e aveva anche una differenza reti migliore: 9 gol subiti (come il Milan 2015-2016) ma 13 quelli segnati, contro gli 8 attuali.

Ovviamente, non si può di certo bocciare in toto il lavoro fin qui svolto da Mihajlovic, ma quel che è certo è che la strada sia ancora in salita. Nonostante siano cambiati gli interpreti, la difesa, ad esempio, continua a prendere gol molto facilmente e l’attacco, nel quale sono stati innestati elementi del calibro di Bacca, Luiz Adriano e Balotelli, segna meno rispetto all’anno scorso, quando quasi tutto il peso del reparto offensivo era affidato all’estro del francese Menez. La costante rispetto al Milan di Inzaghi, è comunque la mancanza di cattiveria e di gioco da parte dei giocatori di Mihajlovic: come sottolineato dallo stesso tecnico serbo al termine della gara persa ieri contro il Genoa, i rossoneri regalano spesso un tempo agli avversari.

A ciò, si aggiunga il fatto che l’allenatore non è riuscito ancora a trovare il trequartista giusto da piazzare dietro le punte: se si eccettua l’esperimento estemporaneo di Marassi con Balotelli, ci ha provato fin qui con Honda, Suso e Bonaventura, e l’ex Atalanta è stato l’unico a dare qualche risposta positiva. Insomma, il rischio è che per l’ansia da risultato, Mihajlovic vada in confusione, come testimonierebbe la scelta di De Jong al posto di Kucka nel ruolo di mezzala: con il ritorno di Montolivo, l’olandese è stato spostato in un ruolo non suo, prima del prossimo match casalingo contro il Napoli bisogna assolutamente trovare la quadratura del cerchio.

Sinisa Mihajlovic

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail