Il piccolo fan di Messi costretto a fuggire dall'Afghanistan. Il padre: "ci minacciavano"

Il piccolo Murtaza è stato costretto a lasciare la sua casa e a scappare in Pakistan. Parliamo del piccolo bambino afgano balzato all'onore delle cronache nel gennaio scorso, quando un fotografo condivise su internet un suo scatto mentre giocava a calcio indossando, come una maglietta, un sacchetto di plastica bianco e azzurro, sul quale era stato disegnato il numero '10' e il nome di Lionel Messi. Grazie a quella foto il bambino divenne famoso al punto che lo stesso Messi gli inviò una sua maglietta del Barcellona ed una dell'Argentina per esaudire il suo desiderio.

Purtroppo qualcuno non ha apprezzato questa storia con protagonista un bimbo di appena 5 anni che, come tanti, gioca a calcio e sogna di diventare un calciatore. Il padre ha infatti raccontato all’Ap di essere stato costretto a scappare dalla sua casa in Afghanistan per rifugiarsi a Quetta, in Pakistan. Il genitore ha raccontato di aver ricevuto costanti minacce telefoniche da quando suo figlio era diventato famoso sulla rete e temeva che qualcuno potesse rapirlo e fargli del male.

Un risvolto molto triste per una storia che sembrava aver avuto un piccolo lieto fine.

  • shares
  • Mail