Skriniar licenzia l'agente, rinnova con l'Inter fino al 2023 e diventa l'idolo dei tifosi

Lo slovacco ha rinnovato personalmente, senza intermediari.

Skriniar licenzia l'agente e rinnova con l'Inter

Ci si può chiamare Milan e diventare l'idolo dei tifosi dell'Inter? Sì, se di cognome fai Skriniar e pur di restare in nerazzurro licenzi il tuo agente. È proprio quello che è successo oggi allo slovacco che è alla corte dell'Inter dall'estate 2017 e ha annunciato il rinnovo fino al 2023.

La società ha così dato l'annuncio:

"Skriniar è arrivato in nerazzurro nell’estate del 2017, si è messo la nostra maglia e non se l’è più tolta. Un primo anno da record: 38 partite su 38 in campionato (con quattro gol), tutti i minuti della stagione disputati e il piazzamento nella top-11 di Opta.n totem al centro della nostra difesa. In questa stagione Skiriniar, classe ’95, ha collezionato 44 presenze. È il difensore con la media più alta di passaggi riusciti a partita in questa Serie A, 65 a incontro, con una percentuale totale del 92,3%. Con la sua sicurezza ha vinto 221 duelli ed è il terzo difensore per palloni recuperati in Serie A. Con Skriniar n campo per l’intera partita l’Inter non ha subito gol in 15 occasioni nel torneo in corso. Avanti insieme, pronti per le prossime battaglie"

E il diretto interessato ha ammesso davanti ai giornalisti di aver licenziato il suo agente e di aver trattato personalmente il rinnovo. Immediatamente sono scattati i paragoni con Mauro Icardi che, invece, con il suo agente è sposato e ha dato vita a una lunga telenovela.

Skriniar è stato per gran parte della giornata in testa ai trend topic di Twitter, diventando così l'argomento più commentato di oggi. Ovviamente quasi tutti i tweet sono dei tifosi dell'Inter che ora lo idolatrano più che mai.

Non sono pochi quelli che ritengono che Skriniar, nonostante la giovane età e nonostante militi nell'Inter da meno di due anni, sia l'unico davvero meritevole di indossare la fascia di capitano dell'Inter.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail