Inter, Massimo Moratti: "Si parla troppo delle vicende della società. Pensiamo al Sassuolo"

Le dichiarazioni del presidente nerazzurro pubblicate sul sito ufficiale del club.

Il passaggio di consegne dal presidente Massimo Moratti al magnate indonesiano Erick Thohir, per quanto concerne la cessione della maggioranza delle quote societarie dell'Inter, è ormai questione di giorni. Nonostante le dichiarazioni dell'attuale presidente nerazzurro, che ha ribadito che l'accordo non è ancora definitivo, lunedì dovrebbe essere il giorno della firma del contratto che sancirà ufficialmente la fine dell'Inter morattiana.

Come già detto, però, Massimo Moratti è ancora il presidente dell'Inter e ha intenzione di ricoprire questo ruolo fino all'ultimo minuto disponibile. I nerazzurri sono partiti bene in questa stagione, grazie alle due vittorie conquistate contro Genoa e Catania e al pareggio interno contro i campioni d'Italia della Juventus, e quindi Moratti non vuole assolutamente che l'attenzione che ruota attorno alla cessione della società sia minore rispetto a quella che meriterebbero le imprese in campo della squadra allenata da Walter Mazzarri.

Le dichiarazioni odierne di Moratti, quindi, riguardano proprio il calcio giocato. Il presidente spera che l'Inter non sottovaluti il Sassuolo, alla prima stagione in Serie A, ma ancora alla ricerca del primo storico punto nella massima serie. Moratti è convinto che i neroverdi, nonostante siano partiti con tre sconfitte, siano un avversario che potrebbe recare problemi ma allo stesso tempo il presidente ha ribadito la propria fiducia nei confronti di Mazzarri, con cui si è già recentemente complimentato:

L'Inter è la squadra che affronterà il Sassuolo, carico di entusiasmo, fresco di Serie A. Un avversario temibile perché nel calcio non c'è una classifica già scritta e molte volte la carica emotiva fa tanto nelle partite. So di poter contare su un allenatore che è capace di instillare la giusta concentrazione, Walter Mazzarri è bravissimo in questo, e quello che mi piacerebbe vedere è la stessa misura di tecnica, forza e decisione che abbiamo vissuto contro la Juventus.

Sulle dichiarazioni pubblicate sul sito ufficiale dell'Inter, inoltre, Massimo Moratti ha comunque inevitabilmente dedicato qualche riga alle vicende societarie, affermando che, con il magnate Erick Thohir, è in corso un "percorso di conoscenza reciproca".

Con l'ingresso in società di Thohir, Massimo Moratti non sarà più il presidente, come da lui stesso ha dichiarato, ma ha aggiunto che la sua famiglia resterà all'interno della società. Il direttore sportivo Piero Ausilio dovrebbe rimanere anche con la nuova proprietà mentre è a rischio la permanenza del discusso Marco Branca, direttore dell'area tecnica dell'Inter, tra gli uomini di fiducia di Moratti.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: