Napoli - Torino, Benitez: "Arriverà un grande calciatore"

Napoli - Torino, la vigilia. Il Napoli di Rafa Benitez affronterà domani, 27 ottobre alle 12.30, il Torino di Ventura, che molto bene si sta comportando in questo inizio di stagione. Gli azzurri sono reduci dall’ottima prova di Champions League contro l’Olimpique Marsiglia al Velodrome e tutto l’ambiente è naturalmente carico. Su tutti il presidente Aurelio De Laurentiis, che intervenuto ieri ai microfoni di Radio Kiss Kiss ha elogiato il lavoro fin qui svolto da Benitez e ha promesso nuovi investimenti sul mercato di gennaio per rafforzare ulteriormente la squadra.

Non può che essere soddisfatto di tutto ciò, il diretto interessato, l’ex tecnico di Valencia, Liverpool e Chelsea, che nella conferenza stampa alla vigilia di Napoli - Torino, ha dichiarato:

"A gennaio puntiamo ad un giocatore di qualità - rivela Benitez -. Non faccio nomi, ma Bigon è già alla caccia di un campione".

Ovviamente, le parole di ieri del Presidente hanno lusingato Benitez, che appare molto sereno e soddisfatto di quanto la squadra ha fatto vedere in Europa, nonostante si trovasse di fronte un’avversaria con maggiore esperienza internazionale:

“Sono contento perché stiamo benissimo e siamo arrivati a questo punto in una buona condizione, con la mentalità giusta. Il presidente era soddisfatto dell'atteggiamento e della partita - ha aggiunto lo spagnolo -. Non dobbiamo guardare alla classifica con preoccupazione. Se la squadra cresce sono sicuro che alla fine saremo lì per competere con la Roma o chiunque sia al primo posto”.

Anche se non lo dice espressamente, dunque, Benitez considera la Roma la squadra da battere: i giallorossi sono in testa alla classifica e imbattuti ed è inutile nascondersi dietro ad un dito. La Juventus è reduce da due sconfitte ‘strane’,  che le hanno fatto perdere solidità, ecco perché il Napoli deve guadare in casa propria e pernsare a far rendere al meglio i campioni che ha. I risultati arriveranno.

Unica nota stonata, di questo avvio di stagione, il rendimento altalenante di Hamsik, forse dovuto anche al cambio di posizione dello slovacco:

“Il problema di Hamsik non è la posizione, perché ha già fatto 5 gol - replica Benitez -. Credo non sia giusto parlare di lui come un giocatore che sta passando un brutto periodo. Sono molto soddisfatto di Marek perché è un professionista e lavora benissimo. Se dovesse migliorare, sarei ancora più felice, ma 5 gol non sono per nulla pochi. Cerci è un giocatore forte, che preoccupa, ma è un giocatore del Torino e a me non piace parlare dei calciatori delle altre squadra”.

Per quel che riguarda la formazione anti-Toro, Benitez conferma che Higuain rimarrà fuori poiché non ancora al 100%. D’altronde, la partita di coppa ha confermato che gli azzurri le alternative le hanno e sono di qualità.

“Mertens ha fatto bene, ha lavorato bene come Callejon, Insigne e anche Pandev. Sono contento di avere tante alternative. Higuain deve recuperare al 100% e deve stare tranquillo. Non credo abbia i 90' nelle gambe. Gonzalo si allena bene, ama il calcio e sono sicuro che quest'anno farà almeno 20 gol - ha proseguito il tecnico spagnolo – Zapata? Duvan sta facendo molto bene, sono contento per lui, soprattutto perchè ha ampi margini di crescita per migliorare ancora”.

Attenzione, però, al Torino, che ha diverse frecce al proprio arco:

“Hanno una squadra forte, soprattutto nelle ripartenze - ammonisce Benitez -, non c'è solo Cerci. Non credo sarà una gara facile. Anche con l'Inter, ad esempio, poteva perdere e invece ha fatto bene. In ogni caso, noi lavoriamo prima di tutto sulla nostra squadra e poi studiamo quella avversaria, per trovare le giuste contromosse. Impostando la gara sul possesso palla il Torino potrebbe andare in difficoltà, altrimenti dovremmo fare attenzione alla loro velocità”, conclude il tecnico spagnolo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: