Juve, Barzagli: "Dobbiamo ritrovare la mentalità difensiva"

Il video richiesto non è più disponibile.
Ci scusiamo per il disagio.

La Juventus sta segnando tantissimo, ma questo dato non esalta particolarmente lo spogliatoio. Negli ultimi 6 anni i senatori della squadra si erano abituati a basare le proprie vittorie sulla solidità difensiva e quest'anno, complice anche la partenza di Bonucci, le cose non stanno andando allo stesso modo. Dopo le prime 14 partite ufficiali i bianconeri hanno segnato 11 gol in più rispetto alla scorsa stagione, ma hanno anche subito 10 gol in più. Andrea Barzagli non è per nulla soddisfatto da questo andamento: "In questi ultimi anni non avevamo mai segnato così tanto, ma allo stesso tempo, quando ci saranno partite fondamentali sarà difficile fare quattro o cinque gol. La solidità difensiva è alla base e il discorso riguarda tutta la squadra: dobbiamo avere voglia di fare fatica. Quando poi abbiamo la palla, con i giocatori di talento che abbiamo, possiamo fare male, ma dobbiamo ritrovare la mentalità che ci ha sempre contraddistinto".

L'obiettivo principale di Barzagli è ancora una volta quello di vincere il campionato, segno del fatto che non si sente ancora appagato dopo i 6 Scudetti consecutivi: "Rispetto alle stagioni precedenti quest'anno sono partite con il piede giusto cinque, sei squadre e siamo tutte lì. È un campionato equilibrato, ma non so se decideranno gli scontro diretti. Vincerà chi ha più continuità. Il Milan? Sarà una gara molto sentita, sappiamo che chi vuol vincere una partita del genere deve dare qualcosa in più. Dovremo battagliare e giocare bene sul piano tecnico, sapendo che anche il Milan sarà carico e vorrà dimostrare di valere più della classifica attuale".

Il campionato è il primo obiettivo, ma ovviamente Barzagli punta ad arrivare in fondo anche in Europa. La Champions ha lasciato un bel po' di amaro in bocca a giocatori e tifosi, ma adesso la squadra ha tanta esperienza sulla quale fare leva: "Si gioca da sola, dà una tale adrenalina... L'importante è passare il girone, e poi inizierà il bello di una competizione aperta a tutto. In questi anni abbiamo fatto esperienza, siamo arrivati due vole in finale e sappiamo giocare le gare europee. Chiaramente devi essere sempre al massimo perché incontri i migliori".

  • shares
  • Mail