La guerra Real-Chelsea non è per Cavani, ma per Kondogbia

Geoffrey Kondogbia è l’oggetto del desiderio dei club europei, il gemello di Paul Pogba

Edinson Cavani lo conoscono tutti e sia Ancelotti che Mourinho ne sono attratti. Ma se esiste un duello oggi davvero appassionante tra madrileni e londinesi è quello in atto per il centrocampista francese Geoffrey Kondogbia, spalla di Paul Pogba nella nazionale francese Under 20 nel mondiale turco (e in tutte le selezioni transalpine precedenti), assoluto protagonista anche con la maglia del Siviglia nella scorsa Liga. Quel che si direbbe: giocatore rivelazione dello scorso campionato spagnolo.

Meno elegante e talentuoso dello juventino, Kondogbia ha più impatto fisico puro pur potendo giocare comunque a tutto campo. Real e Chelsea, appunto, se lo contendono e ci vedono bene: la prima mossa è stata di Mourinho, il quale ha concesso il prestito di un ottimo giocatore quale l’ex Werder Brema Marko Marin agli spagnoli (anche per rigenerarsi), garantendosi così una sorta di opzione morale per il mediano francese, ma di origini centrafricane, cresciuto nel Lens.

Ora però il Real Madrid si è inserito, e chi ne gode è certamente il Siviglia: l’asta è ai primi colpi e già si parla di 18 milioni euro come base di partenza. Cifra che taglia fuori ogni possibile concorrente italiana e che presumibilmente garantirà contestualmente un ingaggio da almeno 2 milioni di euro al “nuovo Desailly”, con più fase offensiva rispetto alla grande roccia del Milan dei tempi d’oro.

Ultimo particolare: sarà Kondogbia a decidere, a parità di offerta. E la sensazione è che Zidane possa anche riuscire a sconfiggere Mourinho che intanto a centrocampo pare essersi assicurato l’astro nascente olandese Marco van Ginkel.

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →