A un centimetro dalla gloria: Pinilla si tatua “la traversa” colpita contro il Brasile

Mauricio Pinilla si è voluto tatuare dietro la schiena la dinamica dell’azione da cui è scaturita la traversa contro il Brasile al 119°: a un centimetro dalla gloria, la dicitura.

Sarà uno dei pezzi pregiati del marcato in uscita del Cagliari del duo Giulini-Zeman, Mauricio Pinilla ha visto crescere le sue quotazioni durante il Mondiale disputato in Brasile col “suoCile; non dovrebbe rientrare più nel progetto tecnico del club sardo che col boemo in panchina punterà tutto sui giovani (senza rinunciare alla vecchia guardia formata da Cossu e Conti). Qualunque sia il suo futuro, attualmente il giocatore è in Cile dove sta trascorrendo la primissima parte delle sue vacanze; dopo la traversa colpita al 119°, il rigore sbagliato e il pugno ricevuto negli spogliatoi, senza dubbio è stato uno dei grandissimi protagonisti dell’ottavo di finale di sabato scorso.

E continua ad esserlo, vista la passione per i tatuaggi che ieri lo ha portato a farne altri due che si aggiungono ai già tanti presenti sul suo corpo. “Blessed for life” è stato quanto si è fatto tatuare sulle tempie, mentre dietro la schiena ha voluto riprodurre la sua traversa a Julio Cesar battuto con la dicitura, poco sotto, “One Centimeter From Glory“. Una trovata che ad alcuni ha fatto sorridere, non fosse altro per l’idea davvero originale: non è riuscito ad entrare nella storia eliminando il Brasile con un suo gol a domicilio, ma ha voluto comunque celebrarequel centimetro” che gli ha negato la gloria. La prossima stagione dovrebbe giocare o in Inghilterra o in Spagna.

Bra-16QCMAA6Yg8 (1).jpg

I Video di Blogo

Video, Olbia-Monza, Berlusconi ai tifosi: “Scusate, vi devo salutare perché devo andare a [email protected]

Ultime notizie su Campionati Mondiali

Tutto su Campionati Mondiali →