Napoli-Parma 1-2: inizia male l'avventura di Gattuso

Non è iniziata bene l'avventura di Gennaro Gattuso sulla panchina del Napoli. I partenopei sono infatti usciti sconfitti dalla sfida interna contro il Parma, che ha trovato il gol della vittoria nei minuti di recupero, proprio quando il Napoli era sbilanciato in avanti alla ricerca del vantaggio. La partita si è messa subito male per i padroni di casa, finiti sotto nel punteggio al quarto minuto di gioco per un gol di Kulusevski, bravissimo nell'approfittare di un errore in fase di disimpegno di Koulibaly, uscito poco dopo dal campo per infortunio.

Il Napoli non si è scoraggiato ed ha subito preso in mano le redine del gioco, anche se sul finale del primo tempo Gervinho ha sfiorato la rete del 2-0; la sua conclusione si è stampata sul palo dopo una deviazione decisiva di Meret. Nella ripresa il Napoli è diventato ancora di più padrone del campo e al 64esimo ha trovato il gol del pareggio con Milik, autore di un colpo di testa a centro area su un cross del neo entrato Mertens.

A tempo praticamente scaduto è arrivato il colpo del Ko del Parma, in gol con Gervinho al termine di una rapidissima ripartenza alla quale ha dato il via proprio l'ex romanista, che ha anche avuto la freddezza di combinare con Kulusevski in area di rigore in modo da liberarsi così per il tap-in vincente.

Gattuso ha fine partita ha assolto i suoi, così come ha mostrato comprensione per i fischi piovuti dagli spalti: "La squadra mentalmente non sta bene. Abbiamo preparato la partita in due giorni e mezzo. Ci siamo fatti prendere dall’entusiasmo, non credo alla sfortuna. La squadra deve tornare a credere nel proprio potenziale, deve togliersi dalla testa le problematiche. Io penso sia una grande squadra con giocatori fortissimi. Ho visto delle cose positive ma che sicuramente non bastano. È una squadra in sofferenza. Dobbiamo trovare tantissimo equilibrio. Insigne? Non parlerei dei singoli, per 9/10 anni il Napoli è stato secondo o terzo in classifica. I fischi ci stanno. Bisogna stare sul pezzo. Non ha giocato soltanto male Insigne".

  • shares
  • Mail